Tregua nella guerra dei precari, ma si aspetta solo il cambio di vertice e di stagione…
22 Luglio 2015
Neve, neviere e solleone: affari d’oro
23 Luglio 2015

Di Noia, Caputo e Galano, i marcatori di una partita d’orchestra

Ieri è sceso in campo per la terza amichevole il Bari di Davide Nicola, dimostrando un passo notevole ed iniziative d’orchestra degne di nota, e dall’altra parte c’era l’Arezza squadra che giocherà nella prossima LegaPro. I biancorossi hanno sbloccato la gara a metà primo tempo grazie ad un traversone del giovane Di Noia, per poi archiviare il match nella ripresa con Caputo-Galano; i due giocatori sono apparsi ancora una volta decisivi, ma del loro futuro non ci sono ancora risposte, o meglio working in progress. Per l’attaccante altamurano ci sono diversi interessamenti, in primis del Trapani, oltre alla Ternana e Salernitana, per l’estroso fantasista foggiano l’agente vorrebbe un ritocco dell’ingaggio e la società di Paparesta sta mediando perché diversamente se non dovessero arrivare offerte adeguate lo perderebbe a parametro zero a giugno prossimo. Per la difesa, invece, si spera in un ‘si’ last minute di Rinaudo che ha già vestito la casacca biancorossa l’anno scorso,ma sul difensore di proprietà della Virtus Entella  c’è da battere la concorrenza di altre squadre della serie cadetta.

La formazione del Bari (4-3-3): Guarna; Sabelli, Tonucci, Contini, Gemiti; Defendi, Gentsoglou, Di Noia; Sansone, Caturano, De Luca.

L’undici dell’Arezzo in ordine numerico: Rosati, Monaco, Carlini, Gambadori, De Martino, Capece, Vinci, Feola, Cori, Bentancourt, Sperotto.

M. I.

 499 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *