Sport

Dieci punti nelle ultime cinque partite per i biancorossi, il Pescara è avvisato

Quando si vince supportati da un risultato tondo come il 3-0 c’è poco da discutere, anche se talvolta certi numeri possono essere ingannevoli; nel caso del Bari targato Davide Nicola, è tutto ampiamente giustificato da una buona prestazione collettiva, e da un risultato anzi, che va quasi stretto ai suoi ragazzi alla luce di qualche altra occasione sprecata e dalle parate del portiere varesino che ha salvato la sua squadra dalla figuraccia. Venerdì sera nell’anticipo di campionato il Bari affronterà il Pescara di Baroni che ha fermato la capolista Carpi, ma si sa che con la palla al centro può succedere di tutto, ed i pugliesi a sei punti proprio dagli abruzzesi a quota 46 punti hanno una ghiotta possibilità di inseguire il sogno di una città intera e quello loro in primis.

L’obiettivo di Davide Nicola da quando si è insediato sulla panchina barese era quello di trovare continuità ed una quadratura del cerchio di una rosa competitiva che ancora non rendeva. Dieci i punti conquistati dalla truppa biancorossa nelle ultime cinque giornate, un ruolino di marcia significativo ma non solo, un modulo, il 4-3-3, e nonostante abbia al momento messo in ombra due uomini chiave della scorsa stagione come Romizi e Defendi che tra l’altro sicuramente torneranno utilissimi alla causa, ha restituito nuove energie ed il Bari si è trasformato specie tra le mura amiche una macchina da guerra. Pescara sarà il classico esame di maturità dove occorrerà innanzitutto non perdere punti e nel caso di vittoria, sarebbe il ‘quid’ per cercare di fare più punti possibili nelle restanti partite e giocarsela sino alla fine per un traguardo ambizioso.

Partendo dall’innesto del numero uno tra i pali, Errico Guarna, e dall’inserimento e ormai sempre più coadiuvata coppia dei centrali difensivi Matteo Contini e Leandro Rinaudo, il Bari pare aver trovato la sua dimensione e per gli attaccanti avversari sta diventando sempre più rognoso arrivare al tiro. Ma non solo, perché anche a centrocampo Massimo Donati, insieme a Schiattarella e Bellomo che sta crescendo, possono trascinare con i giusti ricambi di forze fresche, la squadra e soprattutto supportare adeguatamente le punte biancorosse. Boateng, apparso in leggero calo contro il Varese, nonostante una delle marcature, ha ampio margine di miglioramento ed insieme ad Ebagua che rientrerà dalla squalifica ed un Galano in grande spolvero, con De Luca e capitan Caputo pronti a subentrare a gara in corso, la difesa abruzzese è avvisata. Ci sarà massima allerta anche da parte delle forze dell’Ordine e dalla Prefettura poiché il rapporto tra le tifoserie, acerrimi rivali è tutt’altro che è idilliaco ed il settore ospite a seconda dei biglietti che saranno resi disponibili, quasi sicuramente sarà totalmente riempito. Si spera in uno spettacolo sia sugli spalti che sul rettangolo di gioco.   

M. Iusco 

 


Pubblicato il 17 Marzo 2015

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio