Cronaca

Diventa compratore di volatilità con il dollar cost averaging

Il 2018 rappresenta un anno di svolta epocale per il settore delle banche e della finanza in Europa. A partire dal 3 gennaio 2018 entra in vigore la normativa “MIFID 2 “ che disciplina in maniera rigida le nuove regole professionali e operative a cui tutti gli attori in gioco come le banche, le società di gestione, le reti di consulenti finanziari si devono attenere, con lo scopo dichiarato di una MAGGIORE TUTELA e consapevolezza dei risparmiatori. La normativa livellerà sicuramente le competenze tecniche e professionali di tutti gli addetti ai lavori e finalmente il risparmiatore sarà più consapevole e informato. E da qui iniziamo nel dare valore e dispensare pillole di saggezza, congrui e coerenti con l’intento del legislatore. Un vecchio adagio recita ”il maestro appare quando l’allievo è pronto”. Ora è arrivato il momento di imparare. Negli ultimi anni orfani delle obbligazioni a tasso fisso, dei BTP e dei guadagni facili sul mondo dei bond, il risparmio degli italiani si è riversato in massa su polizze finanziarie, etf,  fondi comuni e gestioni patrimoniali. Ottimi e validi strumenti per la tutela del risparmio nel tempo, perché permettono di rispettare il più importante dei dogmi, l’unico bene rifugio per eccellenza: la diversificazione. Pur essendo validi strumenti per far confluire i propri risparmi, definendo a priori i corretti orizzonti temporali secondo il rispetto delle esigenze personali, è necessario apprenderne l’utilizzo. In primo luogo non sono strumenti per il breve periodo o per la speculazione. Se PRETENDI RISULTATI dal tuo consulente finanziario nel breve periodo, ad esempio dopo un anno, NON INVESTIRE NULLA oppure potresti pensare da incosciente o da finto furbo di rivolgerti a chi è in grado di leggere il futuro nella sfera di cristallo continuando a correre un grande rischio con il tuo patrimonio, quello di vederlo azzerato. La bontà di questi strumenti dipende essenzialmente da due fattori, dal tempo inteso come LUNGO PERIODO e dai tuoi COMPORTAMENTI VIRTUOSI. Tantissime volte ho parlato di tempo e della sua qualità di importante alleato quando si è adeguatamente diversificati. Oggi però voglio parlare di comportamenti virtuosi da adottare quando si investe sui mercati azionari. In primis ricorda di diffidare sempre da chi ti promette rendimenti facili nel breve periodo, da coloro che pensano di sapere che cosa farà il mercato, da chi la fà facile con i tuoi risparmi. SE NON DIFFIDI DAI GUADAGNI FACILI E VELOCI, PERDERAI I TUOI RISPARMI con altrettanta rapidità. Devi usare il buon senso e strategia. Oggi parliamo dei mercati azionari. Attualmente MOLTI MERCATI sono ai massimi di sempre e gli indicatori ci confermano prezzi delle azioni sopra la media degli ultimi 10 anni. Nessuno è in grado di anticipare il mercato, di prevedere cosa farà.  Per investire nel mercato azionario attraverso fondi, etf o polizze, come stanno facendo ora tantissimi italiani, occorre accettare qualcosa a cui i risparmiatori non sono più abituati da qualche tempo: la VOLATILITA’ e le conseguenze che questa produce sull’animo umano. Quanto è DIFFICILE vedere e gestire un -20% dei nostri risparmi, pur consapevoli che quella percentuale, altro non è che la formazione di un PREZZO MIGLIORE, se adeguatamente diversificati e investiti in una ottica di lungo periodo. Ma l’animo umano la fà sempre da padrone e non cambierà mai. PAURA E AVIDITA’ sono la rovina per i nostri risparmi. Per vincere la paura e blindare l’avidità occorre creare delle abitudini vincenti, degli AUTOMATISMI in grado di vincere sulla pancia e sui nostri comportamenti più ancestrali. DIVENTARE COMPRATORI di volatilità, questa è la soluzione, a maggior ragione oggi che i mercati sono cari. Investire gradualmente sui mercati azionari, magari mensilmente con una cifra comoda per VEDERE IL BENEFICIO nel lungo periodo.  Utilizzare la regina delle strategie, quella del DOLLAR COST AVERAGING, che permette di sfruttare i ribassi dei mercati finanziari. Comprare gradualmente in modo automatico evitando di commettere il grave errore psicologico di provare a leggere il futuro, cercando di individuare quando è il momento migliore di entrare o uscire dal mercato. Il -20% allora rappresenta solo un ottimo prezzo tra i tanti, a cui acquisterò nel mio processo di investimento. Compratori di volatilità in primis con la tecnica del dollar cost avereging, e per secondo il lungo periodo, nel mercato azionario sono due piccoli e semplici accorgimenti che da oggi in poi possono fare la differenza sui nostri risparmi. Nessuno è in grado di sapere cosa faranno i mercati, l’unica variabile SU CUI POSSIAMO INCIDERE sono i nostri comportamenti. Il piano di accumulo mediante il dollar cost averaging è il segreto per non avere incubi di notte sapendo che i tuoi risparmi cresceranno nel lungo periodo nonostante l’instabilità del mercato.

 

Alessandro Latorre

 

 


Pubblicato il 4 Gennaio 2018

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio