Cronaca

…e in periferia dilagano immondizia, blatte e ratti

Nell’ambito della riqualificazione del centro ‘murattiano’, ieri l’Amiu ha provveduto a sostituire i vecchi cestoni portarifiuti di piazza Mercantile posizionando otto nuovi contenitori per i rifiuti indifferenziati in metallo con base in pietra e, nella giornata odierna, ne saranno dislocati altri sette lungo via Venezia sulla muraglia. “Da tempo era nostra intenzione sostituire i vecchi cestoni portarifiuti e incrementarne il numero complessivo- ha commentato l’Assessore all’ambiente Pietro Petruzzelli – intervenendo in concomitanza con la stagione estiva in cui piazza Mercantile e tutta la città vecchia vengono vissute da migliaia di persone. L’Amiu – prosegue Petruzzelli – ha già ordinato una nuova fornitura di questi cestoni che utilizzeremo nelle piazze e nelle aree pedonali maggiormente frequentate dai baresi”. Invece i  vecchi cestoni portarifiuti ritirati dal centro saranno ripristinati e rigenerati per poi trovare nuova collocazione in altri luoghi della città spiega una nota del Comune. Ma al di fuori del quartiere ‘Murat’ la situazione è ben più critica e, ad oggi, non si conoscono ancora i piani della Giunta per migliorare la raccolta dei rifiuti in periferia o per bonificare le tante discariche abusive esistenti alle porte della città di Bari. Una delle più pericolose è la discarica nei pressi di Loseto (IV municipio)  dove sono state rinvenute, tra i rifiuti più disparati, anche delle lastre di amianto lasciate li da anni nonostante le tante segnalazioni dei residenti rimaste evidentemente inascoltate dagli addetti ai lavori. Anche nella zona di via Re David la situazione rifiuti non è delle migliori: i cassonetti, evidentemente, sono insufficienti per raccogliere tutti i rifiuti del quartiere che si accumulano pericolosamente sui marciapiedi, e con l’arrivo del caldo rendono le condizione igienico sanitarie precarie con il conseguente diffondersi di insetti e cattivi odori. Nel centro storico di Carbonara, invece, è stato necessario l’intervento del coordinatore cittadino di Noi con Salvini -Francesco Magrone- che con una lettera protocollata ha richiesto alle istituzioni, un intervento urgente di derattizzazione e disinfestazione  per tutto il IV Municipio specialmente per le vie Sant’Agnese, Massari, Santa Barbara, Sant’Anna, Piazza Trieste, Piazza Castello, e Corso Vittorio Emanuele dove, si legge nella lettera, è stata rilevata la presenza di numerosi scarafaggi, mosche, zanzare, blatte e ratti. Ma ciò che fa sorridere è che lo stesso Sindaco ha fatto appello a tutti i cittadini baresi affinchè incrementino la raccolta differenziata. In un video- messaggio sul web, Antonio Decaro è stato chiaro: <>. Insomma la giusta soluzione di Decaro per incrementare la differenziata a Bari è moltiplicare i cestini indifferenziati del centro di Bari e sanzionare le attività commerciali inadempienti.

Maria Giovanna Depalma


Pubblicato il 9 Giugno 2016

Articoli Correlati

Back to top button