Cronaca

Ecco le opere ‘urgenti’ per la viabilità alla periferia a sud della città

E’ stata vergata nero su bianco da ben più di un anno, la richiesta dei residenti Anna Bortone, Rosa Laricchia e Raffaele Ricapito rappresentati dal vicesegretario regionale del Partito Repubblicano Italiano ed ex assessore Peppino Calabrese di opere da eseguire alla periferia sud di Bari, in Strada Fanelli e in Contrada Santa Lucia Torrelonga. Ma dopo quasi due anni, visto che la pratica era stata avviata da almeno dodici mesi prima di decidere a mettere tutto per iscritto, Sindaco, assessori, tecnici e rappresentati del Municipio restano immobili dinanzi alle giuste rivendicazioni. Lettere, missive e petizioni per ribadire, ancora una volta, che i cittadini e gli esercenti attività agricole-industriali, estrattive ed agrituristiche operanti in Contrada Santa Lucia – Torrelonga, in particolare in Strada Fanelli fino all’incrocio di Strada Provinciale 144 Carbonara-Triggiano, al confine comunale di Strada Ceglie-Triggiano-Capurso, hanno più volte richiesto di vedere eseguite alcune opere pubbliche. Quali? Senza girarci troppo attorno: il rifacimento del manto stradale su tutto il tratto che va dall’incrocio di Strada Sanzano proseguendo per strada Fanelli fino all’incrocio con Strada Provinciale 144 Carbonara-Triggiano ed il ripristino dei relativi margini stradali. Secondo: il rifacimento della segnaletica stradale, sia orizzontale che verticale, nonché la posa in opera delle targhe dei relativi toponimi. Terzo punto, la definizione degli argini e totale bonifica del letto del Canalone di via La Vela e Strada Madonna delle Grazie di detta Contrada, nonché la contestuale messa in opera di idonei interventi per assicurare la incolumità dei cittadini utenti della zona. E infine, sperando stavolta nella sensibilità degli amministratori municipali baresi, il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione. <<E’ utile ricordare che detta Strada è stata classificata Comunale extra-urbana da strada Vicinale di uso pubblico con delibere del Consiglio Comunale del 7 marzo 1975 n.215 e del 6 agosto 1979 n.636>>, si legge in calce alla missiva già sulle scrivanie, tra gli altri, di primo cittadino e assessore a Urbanistica e Lavori Pubblici. Sperando che almeno quest’anno tornino presto dalle vacanze, tenuto conto del periodo….

 

 

 

Antonio De Luigi


Pubblicato il 2 Agosto 2017

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio