L’Accademia dei Cameristi compie 20 anni
11 ottobre 2018
Mattera: “Vincere contro la Turris sarebbe un bel segnale”
11 ottobre 2018

Emergenza topi in pieno centro cittadino

Topi di dimensioni quasi feline stanno diventando gli incubi degli abitanti e commercianti  del centro murattiano. Nello specifico, in via Nicolai, nei pressi dell’Università, da alcune settimane vengono avvistati roditori che si spostano da un lato all’altro dei marciapiedi generando apprensione da parte dei cittadini e dei titolari degli esercizi commerciali presenti nella zona. La causa di questa massiccia presenza di pantegane ,forse, è imputabile ad i numerosi cassonetti, il più delle volte stracolmi di rifiuti, posizionati a ridosso di un lato dei giardini di piazza Cesare Battisti ,oppure  alla presenza di  scavi per i lavori di rifacimento di condutture e manto stradale nel primo isolato di via Roberto da Bari ,proprio ad angolo con la succitata strada principale. Più che allarmato, qualche nostro lettore ci ha segnalato la vicenda in redazione, ma la segnalazione ci è giunta anche da amici commercianti che proprio in quella zona hanno negozi. ” Ieri – ci racconta un’esercente – mi sono vista sfilare davanti ai piedi quello che a prima vista mi è sembrato un gatto di piccole dimensioni, ma poi sono letteralmente sobbalzata quando ho notato la coda dell’animale, ed appena mi sono resa conto che era un topo ho chiuso la porta del negozio”. Alcuni giorni fa ad un altro  commerciante è andata addirittura peggio ,in quanto il poveretto  si è visto piombare addosso da un albero un ratto di ragguardevoli dimensioni . ” Per fortuna il topo non mi ha morso, ma credetemi mi sono spaventato non poco ” ci ha raccontato l’uomo che già nei giorni precedenti aveva avuto altre simili “visioni” . Sia i residenti che i commercianti hanno segnalato la questione all’Amiu che si sta attivando per risolvere questa emergenza. Una signora di mezza età , amica del commerciante, ci ha confidato che lei , che abita ai piani bassi, adesso preferisce chiudere le finestre per non incorrere in incontri “raggelanti”. C’è anche chi la butta sullo scherzo ,come un  signore residente in via Nicolai di fronte all’università, che sorridendo dice: ” io i topi non li temo mica, a casa ho un gatto enorme pronto a difendere la famiglia, e già aduso a combattere gli scarafaggi del centro murattiano…”. Resta, per ora,l’ emergenza, che per ragioni di igiene e di decoro si spera possa essere risolta quanto prima.

 

Piero Ferrarese

2,074 Visite totali, 10 visite odierne

Condividi sui Social!

1 Comment

  1. Maurizio ha detto:

    Al di là dell’inciviltà vera o presunta di taluni baresi sbandierata dal nostro Primo Cittadino, forse c’è qualcuno che non fa appieno il proprio dovere, leggasi l’Amiu, che costa a noi contribuenti il classico “occhio della testa” per avere un servizio che il più delle volte lascia molto, molto a desiderare. Anch’io come barese pago una Tari alquanto consistente per vedere scaragaggi per strada, topi e cassonetti maleodoranti e stracolmi di rifiuti, che distinguo non dalle loro dimensioni e colori, ma dagli olezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *