Cronaca

Emiliano: “Presto in Consiglio il disegno di legge sulle Province”

 

 

“Quanto prima porteremo in Consiglio il disegno di legge regionale per il riordino delle funzioni delle Province”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, incontrando ieri a Bari il Presidente dell’Unione regionale delle province pugliesi (Upi) e presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone. All’incontro nella Presidenza della Regione sul lungomare Nazario Sauro di Bari sono intervenuti anche i presidenti delle province di Brindisi, Maurizio Bruno, della Bat, Francesco Spina, di Taranto, Martino Tamburrano, di Foggia, Francesco Miglio e in rappresentanza della citta’ metropolitana di Bari il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio.  “Una doppia riunione, politica e poi tecnica, – ha spiegato ancora Emiliano – per fare il punto della situazione e tracciare un percorso comune. Il disegno di legge e’ ancora vuoto e noi, dopo averlo riempito secondo uno schema in cui la Regione si muove d’intesa con le Province, lo porteremo quanto prima in Consiglio regionale. Inoltre andremo davanti al governo con la stessa posizione, ponendoci in maniera collaborativa e non impositiva,rispettando il principio della leale collaborazione”. “La Regione – ha proseguito Emiliano – non si schiera contro il governo e decidendo di stare con le sue province vuole aiutarlo a trovare la soluzione migliore. Gia’ nella Conferenza Stato-Regioni del 30 luglio – ha aggiunto – vorremmo consegnare un documento congiunto. Di sicuro in quell’occasione parleremo delle risorse e della loro adeguatezza, senza dimenticare che sullo sfondo di tutte le discussioni c’e’ la possibilita’ di sollevare il conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale per la mancata copertura finanziaria delle funzioni, visto che lo Stato ha sottratto piu’ della meta’ delle risorse economiche e che la Regione non puo’ sostituirsi nel

trasferimento diretto”. “Si deve finalmente definire – ha concluso il neo/governatore – in che modo si reggono le funzioni. In quest’ottica l’odierno tavolo di emergenza si trasformera’ in un tavolo permanente tra Regione e Provincie”. Ottimismo da tutti i pori, dunque. “Siamo partiti con il piede giusto!”. Così s’è poi espresso Gabellone, al termine dell’incontro con il presidente Emiliano. “Il presidente Emiliano – ha spiegato ancora Gabellone – ha espresso, a me e a tutti gli altri presidenti di Provincia, la volontà di rimodulare e approvare al più presto il Disegno di Legge del 30 dicembre dello scorso anno, Riordino degli Enti Locali, riempiendolo di contenuti rispetto al precedente ritenuto unanimemente troppo generico”. “Abbiamo apprezzato anche l’atteggiamento riscontrato da parte del nuovo presidente che intende condividere con le Province pugliesi un percorso unitario, perché dalla Puglia si levi una sola voce nelle trattative con il Governo. E’ indubbio che è necessario fare chiarezza. Un esempio su tutti: la legge Delrio affida alle Province l’edilizia scolastica, ma nulla dice sulle utenze. E’ chiaro che non si può pensare di affrontare l’inizio di un nuovo anno senza sapere a chi compete provvedervi. Il presidente Emiliano ha garantito che nella Conferenza Stato-Regioni si farà portavoce delle nostre istanze e delle nostre preoccupazioni, consapevole che a rischio sono sia i servizi da fornire alla comunità sia il futuro professionale dei dipendenti dei nostri enti”. “Insomma – la conclusione di Gabellone – si è partiti col piede giusto”. Ora non resta che attendere i risultati concreti, dopo le tante, forse troppe parole, impegni e promesse di ieri a Bari ad un banco di prova comunque assai prossimo, visto che le scuole iniziano tra poco più di due mesi…

 

 Antonio De Luigi


Pubblicato il 29 Luglio 2015

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio