Attualità

Empoli-Lazio 0-2, gol di Guendouzi e Zaccagni

(Adnkronos) – La Lazio torna alla vittoria dopo due giornate imponendosi per 2-0 al 'Castellani' contro l'Empoli, grazie a un gol per tempo di Guendouzi e Zaccagni. Un successo fondamentale per i capitolini che restano agganciati al gruppo in lotta per i posti nelle Coppe Europee. I biancocelesti salgono a 24 punti in nona piazza, a 4 lunghezze dal Bologna 4°. A rovinare la serata di Sarri gli infortuni che lo costringono a rinunciare intorno alla metà del primo tempo, prima a Immobile e poi a Luis Alberto, sostituiti da Castellanos e Kamada. I padroni di casa disputano una buona gara ma peccano di concretezza sotto porta e restano fermi a quota 12 in 18/a posizione.  Partono meglio i padroni di casa che ci provano due volte con tiri da fuori area, al 2' con Maldini e al 4' con Cambiaghi ma le due conclusioni terminano alte. Al 9' alla prima occasione passano invece gli ospiti con il primo gol in Serie A di Guendouzi. Luis Alberto avvia l'azione e chiude un bellissimo uno-due con Zaccagni in area. Finta e tiro col destro, ma Luperto salva sulla linea. Sulla ribattuta ci provano prima Immobile e poi Zaccagni, ma i giocatori dell'Empoli respingono ancora. Alla fine ci prova il francese di sinistro dentro l'area e al quarto tentativo la Lazio sblocca. Al quarto d'ora reazione dei toscani con un sinistro a giro di Cambiaghi di prima intenzione: Provedel blocca. Al 20' biancocelesti vicini al bis: Gila recupera palla e lancia Immobile. Il centravanti passa il pallone con i tempi giusti per l'inserimento di Guendouzi, fermato però in uscita da Caprile.  Un minuto dopo il capitano della Lazio si ferma ed è costretto a lasciare il campo, al suo posto Castellanos. Al 25' anche Luis Alberto, come Immobile, si arrende a un problema muscolare, dentro Kamada. Alla mezz'ora gran punizione di Bastoni da quasi 30 metri con palla alta di un soffio. Al 34' doppia chance per gli azzurri: tiro senza velleità di Grassi dalla distanza, ma una deviazione di Guendouzi lo rende pericolosissimo. Provedel, preso in controtempo, riesce in tuffo a togliere il pallone dall'angolino. Sul corner seguente, altro grande riflesso del portiere su un sinistro insidioso di Maldini. Al 41' azione personale di Kamada, chiuso in angolo al momento del tiro. Prima del doppio fischio dell'arbitro slalom in area di Maldini con Rovella che lo ferma prima della conclusione.  Al 5' della ripresa Empoli vicino al pari, spunto di Maldini a sinistra, che crossa in mezzo. La palla vagante è raccolta da Cambiaghi, che calcia di mancino a botta sicura. Provedel in tuffo a mano aperta manda il pallone in calcio d'angolo. Al quarto d'ora ancora Maldini protagonista, il figlio d'arte si gira in area e calcia di sinistro: Provedel si rifugia in angolo. Al 18' l'Empoli chiede rigore per fallo di mano di Felipe Anderson. Il brasiliano però colpisce prima il pallone di testa schiacciandoselo sul braccio destro. Marchetti non fischia e anche dal Var non viene segnalato nulla.  Al 22' il raddoppio della Lazio: Guendouzi sradica palla a Baldanzi e avvia il contropiede allargando per Zaccagni. L'ex Verona si accentra, calcia e trova la respinta di Caprile. Il portiere dell'Empoli si supera anche sulla ribattuta, ma non può nulla da terra sul terzo tiro del laziale. Al 28' potrebbe arrivare anche il tris in contropiede: Zaccagni serve Kamada, il giapponese cerca Castellanos in area, ma la difesa dell'Empoli si salva.  Al 34' Isaksen, entrato da pochi minuti, è subito intraprendente con una gran giocata e una richiesta di uno-due a Kamada in area: Ebuehi lo chiude all'ultimo. Al 37' ancora ospiti in contropiede: Isaksen porta avanti il pallone e serve Pedro, che di prima intenzione mette Castellanos solo davanti al portiere, il tiro dello spagnolo trova la grande respinta di Caprile in uscita. Al 42' torna a farsi vedere l'Empoli. Un cross di Bastoni verso il secondo palo trova la girata al volo di Destro ma Provedel con i piedi fa buona guardia sul suo palo e respinge il pallone.  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 22 Dicembre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio