Trasformare l’Ospedale della Murgia in struttura ‘Covid’? “Errore fatale per il territorio”
16 Ottobre 2020
Marcia per la Libertà contro l’informazione pubblica sul tema Covid
16 Ottobre 2020

Ex Gs, a quando i lavori di riqualificazione?

E’ stato siglato mesi fa presso uno studio notarile, dal direttore dello Sportello Unico per l’Edilizia e dai proprietari del suolo, l’atto di cessione al Comune di Bari delle aree destinate a standard urbanistici adiacenti al capannone industriale ex GS, sul lungomare sud. Un’area in stato di evidente abbandono, che sarà oggetto di un intervento di ristrutturazione a carico di alcuni soggetti privati. L’area interessata, da tempo inutilizzata e oggi segnata dal degrado, è sita sul lungomare Imperatore Traiano e si estende su una superficie di circa 7000 mq, con accesso diretto dal lungomare, proprio di fronte al mare in una zona molto frequentata dai bagnanti. Un’area di pregio, dunque, eppure in stato di evidente abbandono da anni e anni, che attendeva la sua rivitalizzazione con la cessione ad imprenditori privati che dovrebbero trasformarla in ristorante e punto ristoro. Ma finora, come detto, o almeno fino all’inizio dell’estate scorsa nessun movimento di ruspe e operai dove c’è ancora un capannone abbandonato rifugio di cani e sbandati, in mezzo a rifiuti e detriti. Ma torniamo al sogno di rivedere l’area rimessa a nuovo; la riqualificazione prevede il recupero dell’edificio principale, un capannone industriale a pianta rettangolare con copertura a doppia volte a botte risalente al 1961, senza modificarne l’attuale sagoma. Nell’ambito dell’intervento, nella parte anteriore dell’edificio saranno realizzati un bar e un ristorante su una terrazza affacciata sul mare, sopraelevata di circa un metro dalla quota stradale, mentre la zona occupata attualmente dal capannone sarà divisa in una quindicina di unità destinate alla residenza, senza alcun aumento di volumetrie. I due manufatti retrostanti, invece, saranno destinati ad attività per il tempo libero e ai relativi servizi accessori. Prevista anche un’area da riservare a parcheggi, secondo gli obblighi di legge. L’accesso sarà garantito sia dal lungomare sia da una strada privata che dalla strada principale che costeggia il lungomare di Bari. Lungomare più lungo e languente in stato di abbandono dell’intero Stivale, almeno finora, nonostante una marea di progetti di riqualificazione finiti puntualmente nel dimenticatoio. (fradema)

 279 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *