Piani e fondi in tilt: lo ‘Sviluppo Rurale’ continua a vacillare
7 ottobre 2017
Nell’Eptaneso si fece strada Maio
10 ottobre 2017

Galano firma il vantaggio in rimonta

I biancorossi hanno battuto allo stadio “San Nicola” l’Avellino per 2 a 1, nella ottava giornata di andata della Serie B. Nella prima parte di gara entrambe le squadre hanno preferito non correre rischi esponendo nella metà campo avversaria senza grossi pericoli. Buona la prestazione di Petriccione in mezzo al campo, che ha dettato i ritmi di gioco alla prima da titolare.. La prima vera occasione è stata per l’Avellino alla mezzora: dopo una serie di rimpalli in aria, Laveroni da pochi metri ha mancato la conclusione a rete. Sul finire del tempo l’arbitro non ha assegnato un rigore netto ai biancorossi: sul tiro-cross di Improta in cui Migliorini ha respinto con la mano, ma il fallo non è stato sanzionato. Successivamente Galano ha colpito il palo dopo un tiro da fuori aria. In avvio di secondo tempo il Bari ha fatto la partita: un incursione di Morleo, la crossaro al centro ma Cissé in scivolata ha mancato la sfera. Alla prima occasione l’Avellino è passato in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione, Kresic ha battuto Micai da pochi metri. I biancorossi hanno subito reagito e capovolto subito il risultato: prima pareggiando con un eurogol di Improta, poi con Galano che ha realizzato un rigore per fallo di mano commesso da D’Angelo. Tre punti d’oro per la compagine barese che rilanciano le ambizioni di playoff nonostante il campionato sia lunghissimo.

IL MIGLIORE IN CAMPO – Improtagol 7 Sempre lui oramai risolve le partite dei biancorossi. Questa volta è l’autore del pareggio con eurogol. Ma è il propiziatorio e fautore di altre azioni offensive dei biancorossi. Con Galano che sta ritrovando la. Miglior condizione e un Cisse finalizzatore sotto porta, la squadra barese se trova la sua quadtatura anche in trasferta potrà finalmente dirà la sua per le ambizioni di vertice.

La voce del campo -, Al termine della partita Grosso ha commentato così la prestazione dei suoi giocatori, esaltando la prova della difesa: ‘’Sono soddisfatto del risultato e della prova collettiva dei miei ragazzi che hanno risposto al gol di svantaggio e portato a casa l’intera posta in palio. Ringrazio Morley e Cassano ma anche tutta la difesa per essersi fatta trovare pronta in una gara ostica. Andiamo avanti così! ‘’.

BARI-AVELLINO 2-1
Marcatori: 20′ st Kresic, 22′ st Improta, 26′ st Galano (rig.).

BARI (3-4-3)
Mica 6. Fiamozzi 6, Cassano 6, Marrone 6.5, Tello 6, Petriccione 6, Buellton 6, Morleo 6; Galano 6.5 (dal ’37 st Nene s. v. ), Cisse 6.5, Improtagol 7 (dal 45′ st Brienza s. v. ).
A disposizione: De Lucia, Conti, Kozak, Anderson, Salzano, Iocolano, Floro Flores, Scalera, Lella, Pesce.
Allenatore: Grosso 6.5.

AVELLINO (4-4-2)
Lezzerini; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone (dal 7′ st Bidaoui); D’Angelo, Di Tacchio, Molina (dal 32′ st Camarà); Asencio (dal 15′ st Castaldo), Ardemagni.
A disposizione: Radu, Iuliano, Pecorini, Marchizza, Moretti, Falasco, Lasik, Paghera, Suagher.
Allenatore: Novellino.

Arbitro:  Aureliano di Bologna.
Assistenti: Cecconi e Luciano.
4° Uomo: Fourneu.

Note. Ammoniti: Cassani, D’Angelo, Ngawa. Spettatori: paganti 7.413; abbonati 8.581; incasso non comunicato.

  1. I.

 

138 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *