Frattali: “Sarà emozionante ma nessuna paura”
18 Luglio 2022
Un gol storico e l’ira di Kim II Sung
19 Luglio 2022

Galano: “Voglio riscattarmi. Bellomo, un grande professionista”

Tra Galano e Bellomo, fratelli acquisiti e molto legati da grande amicizia, potrebbe essere giunta l’ora di ritrovarsi in biancorosso. Cristian Galano, giocatore bandiera del Bari ha realizzato 18 presenze (192 totali) a fronte di 47 gol (tre di Coppa) dall’altra Nicola Bellomo 71 presenze in campionato e dieci reti più in Coppa. Numeri diversi, ma storie molto simili, perché Cristian è cresciuto nel vivaio biancorosso, giocando da subito dal lontano 2007 insieme a Bellomo, anzi avendo iniziato anche tre anni prima. Poi strada facendo hanno debuttato in Prima Squadra assieme, il primo il Robben di Puglia, il 23 maggio a Salerno contro la Salernitana il secondo, Nicola Bellomo, una settimana prima, contro il Modena. Si sono ritrovati più grandi, un anno dopo nel 2011, con Cristian Galano che segnò una rete e il barese Bellomo. I due pur avendo due ruoli diversi, hanno giocato assieme, trovandosi con grande empatia perché Galano predilige la corsia ed accentrarsi per andare al tiro, mentre Bellomo è poi arretrato, nasce come centrocampista centrale, ha giocato da mezzala ad esterno ed anche trequartista ed in questo Bari, targato Michele Mignani, potrebbe fungere sia da vice Botta o da jolly della mediana. Nell’ultima stagione Bellomo ha collezionato trentuno presenze ed un gol, ed è alla ricerca di maggiore spazio, specie se gli si presentasse l’offerta di tornare a casa, per lui nato e cresciuto nella Città Vecchia, ed anche vicino di casa di Cristian Galano, nell’ultima esperienza in biancorosso vissuta assieme. Ma intanto Cristian Galano, in amichevole, la seconda stagionale è andato di nuovo a segno, questa volta una tripletta ed al termine della partita ha dichiarato: “La scorsa estate è stata un’annata particolare, ho avuto problemi che non mi hanno consentito di stare al meglio. Adesso, parto alla pari con i miei compagni che conosco per esserci stato cinque mesi. Sono molto legato alla città e piazza che mi ha dato tanto. Il mister? Mi lascia tanto spazio e la possibilità di poter esprimermi al meglio, ma so di poter rendere anche di più. Cercherò di dare il massimo come faccio giornalmente e vedremo cosa accadrà. Quest’anno voglio riscattarmi in quella che tutti considerano un A2”. Un campionato molto livellato che vedrà Galano e molti suoi ex compagni opposti al Parma che ha fatto parte delle loro carriere anche se nel caso del Robben di Puglia, destino beffardo non gli hanno mai dato la possibilità di giocarci ma lui la prima giornata non la vivrà come una revanche: “Una partita stimolante”. E appunto, su un possibile ritorno del suo amico fraterno, Nicola Bellomo perché il nome circola sempre con più insistenza e piace molto al diesse Ciro Polito che non si lascerà sfuggire quest’occasione, pertanto Cristian ha risposto: “Bellomo è più trequartista, e parliamo di un giocatore e professionista serio e molto forte. Certo che potremmo giocare assieme, non rappresenta un problema. Non lo ho sentito di recente, e penso che lo farò, ma farebbe comodo”. Insomma, oltre Bellomo, il diesse Ciro Polito è anche alla ricerca di una punta che affiancherebbe Mirco Antenucci e rinforzerebbe la batteria degli attaccanti, con un Cangiano apparso in grande spolvero e Cheddira anche lui in palla. Chi, invece sono destinati a salutare dell’attacco sono Paponi e Simeri, ieri non subentrati e rimasti a guardare in panchina ed anche Celiento, cimentatosi nel ruolo improvvisato di fotografo, a dimostrazione comunque di un gruppo molto unito, a prescindere da quali saranno poi le scelte definitive. Tra i giocatori in uscita c’è anche Scavone, che poi nella scorsa stagione si è rivelato un gregario fondamentale e portato 12 punti in saccoccia, una sua possibile permanenza last minute non è esclusa visto anche l’utilizzo di ieri nella ripresa e la sua reattività e capacità di inserimento. Un’altra nota, infine, molto positiva giunta dal test vinto per 15-0 contro il San Giovanni Teatino è la tripletta del giovanissimo Ahmetaj, ricercatissimo in lega Pro soprattutto dalla Fidelis Andria.

M.I.

 

 

 401 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *