Sport

Giovane promessa del motociclismo operata al Giovanni XXIII

Una frattura all’omero poteva costare a Vito Iconomu l’esordio nel campionato italiano, operato dall’equipe della dottoressa Dibello è tornato in sella e in gara dopo 30 giorni

Una frattura all’omero in un incidente poteva costare a una giovane promessa del motociclismo l’esordio nel Campionato italiano velocità R7. Il biker barese Vito Iconomu, oggi nel team del collaudatore Ducati Michele Pirro, è stato operato al Giovanni XXIII di Bari dall’equipe della dottoressa Daniela Dibello e dopo un mese è tornato in gara.
“È stato necessario un trattamento chirurgico per garantire una corretta guarigione e prevenire limitazioni funzionali future. Abbiamo ridotto e sintetizzato la frattura con chiodi endomidollari che il paziente dovrà rimuovere in seguito quando l’osso si sarà rinsaldato”, spiega la dottoressa Dibello, direttrice dell’unità operativa di ortopedia al Giovanni XXIII di Bari.
In sala hanno operato i chirurghi ortopedici Cosimo del Vecchio e Carlo Amati, l’anestesista Roberta Ragone e la strumentista Cristina de Pasquale.
Vito Iconomu, sedici anni appena compiuti, si era messo in mostra con diverse vittorie nel campionato PitBike, poi il salto in sella a una Yamaha per R7 Cup e ora che ha completato il recupero potrà prepararsi alla prossima gara in programma al Mugello il 23 giugno.


Pubblicato il 8 Giugno 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio