Minervini surriscalda le primarie e Stefano gli fa da sponda
8 Agosto 2014
Contini: “Bari è una piazza ambiziosa, sarebbe stata una pazzia rifiutare”
8 Agosto 2014

Gli infermieri dell’Ospedale ‘Fallacara’ mettono nero su bianco: “Decliniamo ogni responsabilità…”

Rischia di degenerare in questi caldi giorni di agosto la situazione all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale “Fallacara”  di Triggiano, periferia sud del capoluogo pugliese. In una breve, ma allarmante nota indirizzata alla segreteria regionale dell’Unione Sindacati Professionisti dell’Impiego Pubblico e Privato (Usppi) il personale infermieristico ha deciso che non è più possibile restare inerti, magari aspettando il peggio nel reparto che accoglie a ogni ora le prime urgenze, quelle maggiormente a rischio. E così la settimana scorsa è stata messa nero su bianco la grave carenza di infermieri – con turni e carichi di lavoro massacranti- facendo alzare il livello minimo di rischio, oltrepassato il quale nel Pronto Soccorso di Triggiano scattare la spia rossa e scade automaticamente la qualità dell’assistenza. È questa, dunque, la fotografia scattata all’interno dell’Ospedale che, accorpato al ‘Di Venere’ di Bari-Carbonara, rientra in quella Azienda Sanitaria barese appesantita dall’ultimo scandalo milionario dei rimborsi fasulli a medici e funzionari. Senza parlare dei farmaci scaduti rinvenuti dai Carabinieri dei reparti Speciali sui carrelli del ‘Di Venere’, non più di qualche giorno fa. Ma entriamo nei dettagli di questa missiva sottoscritta dagli stessi infermieri, decisi questa volta a uscire allo scoperto denunciando, come detto, una situazione oramai insopportabile. Dunque, gli infermieri previsti nella pianta organica del Pronto Soccorso all’Ospedale ‘Fallacara’ sono undici, ma di questi un paio godono dei congedi parentali; altri tre fruiscono delle limitazioni disposte dal medico competente, un altro ancora della legge 104 per l’assistenza ai parenti disabili e un altro, infine, è in malattia da lungo tempo. E così a vestire i difficili panni da infermiere sono rimasti in cinque/sei, ogni santo giorno, nel reparto più esposto dell’ospedale, senza contare che in questo periodo la situazione è peggiorata anche per le ferie che obbligatoriamente devono essere concesse. “Il Direttore dell’Unità Operativa ha già da tempo denunciato al precaria situazione alla direzione generale, amministrativa e sanitaria, senza ricevere indicazioni e soluzioni”, si legge ancora nella missiva sottoscritta da tutti e undici gli infermieri il 30 luglio, ma rimasta tuttora lettera morta. Tutto questo, inutile dirlo, dinanzi al pericolo che diminuisca anche la qualità delle prestazioni sanitarie mettendo a rischio la salute dei pazienti, nonostante anche il sindacato autonomo barese abbia segnalato il problema della carenza di personale infermieristico e di operatori di supporto un po’ in tutti i reparti del presidio “…spesso a causa dei pensionamenti non compensati da nuove figure per i tagli”. Ma ora la situazione è diventata ancora più incandescente e non più sopportabile, visto che la denuncia proviene dall’interno dello stesso ospedale, per di più da un reparto molto, ma molto esposto com’è quello del Pronto Soccorso. «Il personale infermieristico del pronto soccorso del Fallacara è gravato oltre misura di ritmi di lavoro che non consentono la resa ottimale del servizio stesso ai pazienti», rincara adesso l’Usppi del segretario Nicola Brescia, «e ora nel periodo estivo la situazione è peggiorata. Il personale è impossibilitato ad usufruire correttamente dei riposi compensativi, proprio nel momento in cui vi è un aumento del numero di utenti che affluiscono al pronto soccorso del Fallacara di Triggiano. Che fare? Il Direttore dell’Unità Operativa Carlo Marzo, il medico che in passato ha denunciato tutto senza ricevere “…indicazioni e soluzioni” non sa più a quale santo votarsi e ora che anche gli infermieri –come hanno scritto loro stessi- <> per quanto potrebbe accadere, sarà difficile restare inerti e giocare a scaricabarile….

 

Francesco De Martino

 729 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *