Sport

Grosso: “Vittoria sofferta, ma meritata sul campo”

I biancorossi hanno battuto il Foggia per 1 a 0 allo stadio “San Nicola”, nella sedicesima giornata di andata della Serie B aggiudicandosi il derby apulo è tornando soprattutto in testa alla classifica. In avvio di partita il Bari è da subito padrone del campo, ma senza affondare in modo incisivo. La prima occasione è capitata sui piedi di Galano, nativo di Foggia ma oramai barese d’adozione, il quale al volo ha tentato la conclusione della distanza dopo una sponda di Cissé, ma la sfera è terminata di poco fuori. Il Foggia di Stroppia si è fatto vedere con un colpo di testa di Beretta senza impensierire Micai. Su calcio d’angolo Improta ha provato ad impattare di testa, ma la palla è finita sul palo. In seguito Petriccione ha servito in profondità Cissé che una volta entrato in area di rigore ha sprecato non trovando lo specchio della porta. Nella ripresa mister Grosso ha trovato la mossa azzeccata inserendo Brienza per Basha per dare maggiore vivacità alla manovra. Ed il fantasista si è reso immediatamente pericoloso con una imbucata su assist di Galano, ma la conclusione al volo è finita. Alla mezzora dal termine é subentrato Floro Flores per Cissé, mentre la chiave del Macht c’è stata quando Coletti è stato espulso ed ha fatto sì che i biancorossi che stavano già dominando, prendessero ulteriore coraggio ed il sopravvento. Il momento topico che ha mandato in delirio la tifoseria barese è avvenuto al secondo minuto di recupero (al 92’) con Floro Flores che ha salta saltato un difensore, mettendola al centro e da due passi Galano ha trasformato come un cecchino. Il derby è del Bari, ora solo al comando della classifica e con la testa al prossimo impegno infrasettimanale di Coppa Italia dove affronteranno il Sassuolo, mentre in campionato sabato saranno a Chiavari, impegnati contro la Virtus Entella.

Il migliore in campo – Galano 7 – per lui era un derby nel derby essendo foggiano ma barese di adozione, un po’ impacciato nel primo tempo come tutta la squadra condizionata da una cornice fantastica di pubblico, mentre nella ripresa trascina i suoi al successo sfruttando l’assist d’oro di Floro.

La voce del tecnico –  Grosso al termine della partita visibilmente soddisfatto della prova dei suoi ragahzzi: ‘Faccio I complimenti all’avversario per averci reso la vita molto difficile oggi ma sono contento della vittoria sofferta ed allo stesso tempo legittimata nella ripresa. Ancora una volta chi è entrato ha dato dimostrazione di coesione e dello spirito di questo gruppo. Avanti così perché il campionato è lungo e dovremo essere lì alla fine. Bari merita grandi palcoscenici’. E sull’impegno di Coppa Italia, mercoledì pomeriggio ha concluso : ‘E’ un onore essere arrivati li e proveremo a passare il turno, ci sarà spazio per chi sta giocando di meno ma è sempre lì pronto a subentrare e dare il massimo contributo’.

BARI-FOGGIA: 1-0
Marcatori: 47′ st Galano

BARI (4-3-3)
Micai6; Anderson6, Tonucci6, Gyömbér5.5, Fiamozzi 6(44′ st Nené s. v. ); Petriccione6, Basha6 (12′ st Brienza6.5), Tello5.5; Galano7, Cissé5.5(25′ st Floro Flores6.5), Improta5.5.
A panchina: De Lucia, Conti, Capradossi, Sabelli, Scalera, Diakhite, Cassani, Salzano, Iocolano.
Allenatore: Grosso7.5.

FOGGIA (4-3-3)
Tarolli; Loiacono, Camporese, Coletti, Celli; Agnelli (29′ st Fedele), Vacca, Gerbo; Fedato (36′ st Empereur), Beretta, Calderini (27′ st Chiricò).
In panchina: Sanchez, Sarri, Lodesani, Figliomeni, Martinelli, Rubin, Floriano, Ramé.
Allenatore: Stroppa.

Arbitro: La Penna di Roma.
Assistenti: Caliari e Rocca.
4° uomo: Camplone.

Note. Ammoniti: Gerbo, Tello, Loiacono, Tonucci, Fedele. Espulso: Coletti. Spettatori: paganti 24.986, abbonati 8.581.

  1. I.


Pubblicato il 27 Novembre 2017

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio