Sport

Guarna: “Fino alla fine per chiudere il campionato nel migliore dei modi”

Dopo i vari appuntamenti registrati nel corso dell’anno, si è concluso ieri il ciclo di incontri fra il Bari e le scuole all’interno del progetto “Scuola e calcio un’unica squadra: La Bari” realizzato dalla società biancorossa in collaborazione con il Provveditorato agli Studi di Bari. L’ultimo appuntamento era stato all’Istituto ‘Cirillo’ di Bari. Ieri invece alle 11 circa presso è toccato alla scuola ‘Margherita di Savoia’ accogliere il numero Uno, Errico Guarna e Massimo Donato, con tutti i ragazzi e ragazze. I due calciatori, assieme al vice-presidente Romeo Paparesta, gli allenatori degli Allievi e Pulcini, rispettivamente Nicola Legrottaglie e Andrisani, ed il responsabile del progetto Academy, Marcello Sansonetti. L’iniziativa ‘scuole’ sarà riproposta a partire da settembre prossimo.

Il portiere Guarna da quando è subentrato al collega Donnarumma, ha serrato le fila del reparto e nelle ultime 14 partite disputate per ben sette volte ha mantenuto inviolata la sua porta. Con i ‘se’ e i ‘ma’ difficile azzardare pronostici, ma sicuramente il numero uno se avesse avuto la sua opportunità da inizio stagione di confermare quanto di positivo dimostrato nella scorsa stagione, la compagine barese avrebbe racimolato più punti e retto maggiormente l’urto delle avversarie che sono andate in rete con scioltezza nella prima parte di stagione. L’estremo difensore sulle colonne del quotidiano, Gazzetta dello Sport ha parlato così: “Sono contento del mio rendimento personale e vorrei chiudere nel migliore dei modi il campionato. Abbiamo il dovere di chiudere il campionato nel migliore dei modi, a prescindere dalla matematica”. Le possibilità di aggancio sono davvero residue anche perché il Pescara domenica ha perso in rimonta contro l’Avellino ed ora il Bari deve obbligatoriamente conquistare nove punti e sperare che chi sta davanti, non realizzi due vittorie su tre. Il portiere si è detto consapevole dei punti lasciati per strada e delle tante occasioni sprecate, anche se ha ribadito che non molleranno fino all’ultimo giro di boa. Il suo contratto è in scadenza a giugno e la sua volontà è quella di restare, ma ha assicurato che il suo procuratore sta parlando già da qualche tempo con la società e si prenderà una decisione nell’interesse comune.

Marco Iusco

 


Pubblicato il 6 Maggio 2015

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio