Grandi manovre sulle stabilizzazioni con la paura d’una bocciatura dello Stato
23 Settembre 2014
Mangia: “Dobbiamo capire meglio ed in fretta la categoria”
25 Settembre 2014

Il Bari cade di misura a Vicenza 0-1, ma non convince

Bisogna osare di più, tentare di schiacciare l’avversaria con un’idea di gioco propositiva ed efficace, ed invece, il Bari non solo ieri è stato sterile sulle fasce, non ha pungolato proprio la difesa vicentina salvo impegnare il portiere avversario in un’occasione sbagliata da Wolski ed la traversa colpita dal capitano, Ciccio Caputo. Le novità per l’undici di Mangia, ieri, erano dipese dall’assenza di De Luca febbricitante e l’aver preferito inizialmente Stoian per Stevanovic, anche se il giocatore rumeno sino a quando ha giocato è stato fumoso e poco incisivo dimostrando di avere una condizione alquanto lontana rispetto ai suoi standard e potenzialità. Il Vicenza ha così conquistato la prima vittoria grazie alla rete di Antonino Ragusa, la terza in due partite, al 28’ del secondo tempo contro un Bari che è sembrato accontentarsi del punto che poteva arrivare ed alla fine non è giunto. Il merito dei padroni di casa è stato soprattutto quello di aver osato quel tanto di più per  voler portare a casa tre punti pesanti. Sia chiaro, i campionati di B o le posizioni che decretano i playoff non si decretano a fine settembre, ne è giusto fare processi dopo cinque giornate, anche se in altre piazze come Catania, l’allenatore Marino che non aveva trovato il giusto equilibrio, è stato sollevato dall’incarico; un motivo in più, per far suonare la sveglia all’ambiente barese in primis a tecnico e squadra che devono invertire il trend già dalla prossima ed ostica trasferta, in terra abruzzese contro il Lanciano. Tornando alla mera cronaca della partita, i biancorossi dopo neanche venticinque minuti hanno perso Galano per infortunio ed al suo posto è subentrato Stevanovic, tuttavia, l’unica azione degna di nota del primo tempo, si è ravvisata prima dell’uscita del giocatore foggiano, con un suo colpo di testa terminato nelle braccia del portiere avversario.

Nella ripresa allo stadio ‘Romeo Menti’, al minuto ventesimo è stato Ciccio Caputo ad impensierire Bremec con un tiro-cross che ha tagliato tutta la difesa ed è scheggiato sulla traversa senza però depositarsi in rete. Per i pugliesi ci ha provato anche Wolski a tu per tu davanti al portiere, il quale però si è divorato una ghiotta occasione scaricando il suo tiro su Bremec. La squadra di Lopez ha risposto con il giovane Antonino Ragusa che al 27’ ha appoggiato in  rete l’assist sul secondo palo del compagno di squadra, Sampirisi. I padroni di casa hanno provato anche a raddoppiare ed al 45’, l’eroe di giornata, Ragusa, ha pennellato un assist per Cinelli ma il suo tiro è terminato ad un soffio dalla porta difesa da Donnarumma. I quattro minuti di recupero non hanno cambiato le sorti del match ed il Vicenza ha guadagnato i suoi primi tre punti contro un Bari ancora alla ricerca di un identità. Perdere è legittimo ed in determinati casi è salutare, ma occorre nel caso specifico della squadra pugliese azzerare quanto di incredibile è successo nella scorsa stagione e tornare ad essere più coesi nello stare in campo, con un approccio alla partita più aggressivo: non a livello comportamentale, ma sul portatore di palla e nel proporre le proprie idee di gioco per condurre la partita, o anche più semplicemente, di sfruttare al meglio le lacune delle altre squadre. Lunedì sera i ragazzi di Devis Mangia affronteranno il Lanciano a sei punti in classifica, solo uno in meno alla squadra barese, e soprattutto rinvigoriti dal punto ottenuto contro il Brescia.  

Tabellini

Vicenza-Bari 1-0

Marcatore: 27’ st Ragusa

Vicenza 3-5-2: Bremec; Gentili, Camisa, Garcia; Sciacca, Di Gennaro, Cinelli, Sampirisi; Giacomelli (22’ st Lores Varela), Ragusa (45’ st Cocco). All. Lopez

Bari 4-3-3: Donnarumma; Sabelli (32’ st Rozzi), Ligi, Camporese, Calderoni; Sciaudone, Donati, Defendi; Galano (25’  st Stevanovic), Caputo, Stoian (34’ st Wolski). All. Mangia.

Arbitro: Maresca di Napoli. Assitenti, Di Fracesco e Carbone; quarto uomo, Rossi.

Note: ammoniti, Sciaudone, Defendi, Calderoni, Wolski per il Bari; Ragusa per il Vicenza. Recupero 2’ nel primo tempo e 4’ nel secondo tempo. Angoli 8-5 per il Bari.

Marco Iusco

 

  

 889 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *