Primo PianoSport

Il Bari che pareggia la prima sfida dei playout con la Ternana

Nulla da fare per il Bari che pareggia la prima sfida dei playout con la Ternana. Tra sette giorni allo stadio Liberati sarà costretta a vincere per salvare la categoria. Immensa la cornice di pubblico che ha sostenuto la squadra per i 95 minuti di gioco. Nel finale standing ovation per Di Cesare, andato sotto la curva per quella che potrebbe essere stata la sua ultima partita al San Nicola prima del ritiro a fine stagione.

GARA – I biancorossi dal primo minuto si sono schierati con il 4-3-2-1 con il rientro dal primo minuto di Bellomo  molto avanzato accanto a Sibilli a supporto di NAstio mentre lungo la mediana conferma per Benali e Acampora e Maiello play. In difesa Pucino preferito a Dorval. Dall’altra parte ha recuperato Iannarilli e Breda ha schierato il 3-5-2.

Dopo due minuti il Bari, davanti a 33.808 spettatori (di cui 3 tifosi ospiti) mila tifosi, ha sfiorato il vantaggio con Sibilli che aveva battuto il portiere avversario ma la palla si è stampata sul palo. Dopo un minuto hanno risposto gli umbri con Pereiro.  All’undicesimo dal dischetto Casasola ha tirato alla destra di Pissardo che dopo che era già stato protagonista, su Carboni, si è ripetuto parandolo in due tempi. Gli ospiti in totale predominio hanno condotto il pallino del gioco con un Bari quasi impaurito.  Al 34’ da due passi Di Stefano ha preso il palo, ma precedentemente l’arbitro ha ammonito prima Favasuli e poi Pereiro per aver simulato di aver subito un fallo in area di rigore dei biancorossi. Il Bari ha risposto soltanto tre minuti dopo con un traversone di Sibilli che non ha trovato l’aggancio.  Dopo un predominio di gioco ed un altro palo colto dagli umbri nei quattro minuti di recupero il direttore di gara ha mandato le squadre negli spogliatoi.

Ad inizio ripresa Giampaolo inserito Maita per Acampora. Al 52esimo Sibilli dal fondo ha messo in mezzo un pallone invitante per Nasti che non ha trovato la zampata vincente. Al 59’ Ricci ha tagliato in direzione Nasti che questa volta ha trafitto senza esitare Iannarilli.Nell’atto dell’esultanza il numero nove biancorosso è stato ammonito per essersi levato la maglietta. Al 66’ Bellomo è stato sostituito da Achik. Al 73’ Nasti è stato sostituito da Puscas e Sibilli da Kallon. All’84’ la Ternana con un Bari che aveva poco prima non sfruttato una ghiotta occasione con Puscas, ha segnato in ripartenza con Pereiro che ha sfruttato una deviazione sfortunata del capitano. Gli umbri hanno così operato gli ultimi due slot per i cambi e dare forze fresche per un risultato pesante in vista del ritorno. L’arbitro ha assegnato cinque minuti di recupero. La partita è terminata 1 a 1 si deciderà tra sette giorni a Terni con il Bari obbligato a vincere. (Ph. Tess Lapedota)

T.L.

 

 


Pubblicato il 16 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio