Cercasi aule disperatamente: la pausa estiva è terminata, ma i problemi restano
26 Settembre 2020
Raffaele Bianco: “Siamo partiti forte, ora dobbiamo dominare”
29 Settembre 2020

Il Bari espugna il campo della Virtus Francavilla

Non era semplice ricominciare da dove la scorsa stagione era finita l’avventura di Cornacchini, esonerato in tarda notte dalla Ssc Bari, laddove sempre nello scorso campionato la Reggina ed altre squadre si erano fermate ed avevano inciampato. Nonostante mille insidie il Bari ha vinto sul campo del Francavilla per 2-3. In uno stadio piccolino di capienza, ma con i propri tifosi, oltre una cinquantina assembrati a sostenarla a rullo di tamburi  e battimani, dietro all’impianto, gli addetti ai lavori   baresi autorizzati in ristrettissima parte, per poterla raccontare attraverso le radio o tv e tagli alla carta stampata, compresi noi. Probabilmente si sarebbero potute trovare altre soluzioni per addetti ai lavori visto lo stadio e per noi del cartaceo come per qualche altro collega, però magari essendo la prima è stato più giusto così, e con il maledetto virus non si scherza, comprendiamo le motivazioni dell’Ufficio Stampa della squadra brindisina e che hanno agito ovviamente attenendosi al protocollo, la colpa principale è sicuramente di chi scrive i regolamenti ed in barba al diritto di cronaca ha penalizzato pesantemente noi addetti ai lavori che evidentemente facciamo il nostro, non per fare i tifosi ma con professionalità, per raccontare quanto accade ed offrire un servizio, in questo caso ai lettoti. Chiusura su questa vicenda, che ci auguriamo non si ripeta più nel corso della stagione, sui disservizi della piattaforma Eleven Sport che trasmette le partite: il primo tempo dopo due minuti è andaro in ‘error server’ ed il servizio Eleven, nella tarda serata di ieri ha fatto uscire un comunicato in cui si scusano per i disagi, e che prolungano l’abbonamento di sette giorni. Ma la nostra osservazione è che lo possono prolungare pure di due mesi, ma se il servizio è talmente scadente per non parlare delle riprese ad altezza vetrata e decentrata che neanche, con tutto rispetto in Prima Categoria si assiste, è meglio a quel punto non acquisire i diritti e cederli a chi magari ha più forze economiche e competenze per soppportare le numerose richieste che arrivano dalle tifoserie di Italia, ben sessanta club iscritte nei tre gironi.

CINQUE GOL NEL PRIMO TEMPO DA AMBO LE PARTI– Novità nell’undici di mister Auteri che lascia Corsinelli in panchina inserendo Ciofani al suo posto ma mantenendo modulo 3-4-3 ed il trio d’attacco composto da Antenucci, Marras e D’Ursi. Dall’altra parte quasi un modulo speculare, quello di mister Trocini con un centrocampo più folto ed il terminale offensivo, l’ex Bari, Perez. Un Bari arrembante che al quinti minuto sugli sviluppi del corner battuto da D’Orazio, c’è stato il colpo di testa di Celiento ed un primo miracolo di Crispino sul tiro di capitan Di Cesare, ma la ribattuta giunta sui piedi di Antenucci, liberatosi dalla marcatura stretta di Delvino, non ha lasciato scampo e dato il vantaggio ai biancorossi, ieri con la divisa nera. Al diciasettesimo è arrivato il raddoppio dei biancorossi, palla a Bianco che ha liberato D’Orazio, il quale ha con un filtrante perfetto ha bucato la porta di Crispino. La prima mezzora è di marca tutta barese ed al ventinovesimo è arrivato il punto esclamativo grazie al traversone dalla destra di Ciofani, la sponda di D’Orazio per l’attaccante EugeniO D’Ursi che incuneatosi tra i difensori ha realizzato la terza rete dei Galletti, che sembravano aver messo in ghiaccio la partita. Nel calcio mai dire ‘gatto se non ce l’hai nel sacco’ si suole dire ed infatti, uan coriacea squadra brindisina grazie all’ex cresciuto nelle giovanili biancorosse Perez, ha accorciato le distanze con un colpo da biliardo e da sotto che ha battuto Frattali. Biancorossi, con difesa altissima e quasi incapaci di gestire la maggior foga dei biancocelesti hanno subito il ritorno dei padroni di casa rivesatesi nella loro metà campo.  Qualche minuto dopo Nunzella è andato vicino al colpo del 2-3, ma gol arrivato in chiusura della prima frazione di gioco con Franco servito da Perez che aveva bruciato Sabbione. Nella ripresa D’Orazio tra i migliori del Bari è uscito per un fastidio muscolare, rilevato da Andreoni. Un Bari però che non è riuscito più a reagire, più che altro in tempi di Covid, ha cercato di di tamponare i padroni di casa soprattutto grazie al numero uno, Gigi Frattali che ha salvato su Giannotti e Zenuni, ma è stato anche fortunato a non soccombere agli errori sotto porta di Ekuban. La compagine barese nell’ultima frazione di gioco è passata al 3-5-2 ma ha retto l’assalto a Fuerte Apache e domenica sfiderà il Teramo al San Nicola, con gli abruzzesi che hanno battuto il Palermo. Mentre mecoledì sera si torna in campo per il Secondo Turno della Coppa Italia, contro la Spal, per fortuna questa volta la partita sarà trasmessa dalla Rai e non ci sarà alcun problema.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI – Gaetano Auteri, intervenuto ai microfoni di RadioBari, ha commentato la sua prima vittoria in campionato nel primo derby pugliese contro la Virtus Francavilla: “Trenta minuti perfetti? No, dobbiamo crescere. Abbiamo concesso qualche occasione di troppo, dando un po’ di coraggio agli avversari. Marras non è un giocatore abituato a difendere in occasione del primo gol. Non è subentrata nessuna paura, siamo agli inizi, non sarà facile vincere su questo campo per nessuno. È stata una prestazione giusta. Abbiamo messo in campo quello che si può avere, abbiamo difeso bene e siamo stati in grado di ripartire. Il Bari ha qualità e crescerà tanto sul piano della personalità, della coralità e della continuità. È una vittoria importante per come l’abbiamo ottenuta. Su D’Ursi ha concluso: “Deve crescere molto come tanti. Il mercato? Abbiamo commesso qualche errore di troppo nella distrubuzione di gioco, ma questa vittoria ribadisco è meritata”. Presente allo stadio di Francavilla, anche il presidente Luigi De Laurentiis assieme al direttore sportivo Romairone, i primi ad andarsene prima che si abbattesse un forte acquazzone. Ai microfoni di TeleBari nel post-partita è intervenuto anche il migliore in campo per i biancorossi, Tommaso D’Orazio che per movenze, passo falcato ricorda molto Guberti. L’esterno offensivo ha detto: “Noi cerchiamo sempre di seguire la linea dettata dal mister in settimana. Il gruppo si sta ancora conoscendo ed è normale che possiamo commettere degli errori. Da qui al proseguo del campionato non accadrà più perché è vietato sbagliare, pertanto staremo più attenti. Felicissimo per il gol ed assist, ma ancora di più per aver dato il mio contributo alla vittoria. E’ un gruppo fantastico spero di recuperare questo problemino quanto prima: ho avvertito una contrattura alla coscia destra ma dovrebbe essere tutto sotto controllo”.Ph. Tess Lapedota

Marco Iusco

TABELLINI

Virtus Francavilla (3-5-2): Crispino, Celli, Caporale, Delvino, Nunzella, Zenuni, Castorani (80’ Mastropietro), Franco,  Giannotti, Perez, Ekuban (85’ Puntoriere) All. Trocini

A disposizione: Costa, Pino, Carella, Calcagno, Buglia, Sparandeo

Bari (3-4-3): Frattali Celiento, Sabbione, Di Cesare, Ciofani, Maita, Bianco (75’ De Risio), D’Orazio (47’ Andreoni), Marras (67’ Candellone), Antenucci (87’ Corsinelli), D’Ursi (67’ Simeri). All. Auteri

A disposizione: Marfella, Liso, Perrotta, Minelli, Esposito

Arbitro: Gianpiero Miele della sezione di Nola

Marcatori: 5’ Antenucci, 17’ D’Orazio, 30’ D’Ursi, 34’ Perez, 45’ Franco

Ammoniti: Nunzella, Celli, Bianco, Caporale, Maita, Delvino, Giannotti, Perez

Recupero: 0’- 4’

 367 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *