Mignani: “Marras? Può giocare ovunque se sta bene e lo vuole”
5 Settembre 2021
La città e i suoi rumori fatti di silenzio
7 Settembre 2021

Il Bari ha travolto il Monterosi 4-0 con un super Botta

Il Bari vince e convince e lo fa contro un Monterosi Tuscia che nel primo tempo non aveva sfruttato adeguatamente le ripartenze con l’ex Rocco Costantino. ‘Serviva la concretezza’ aveva chiesto alla vigilia mister Michele Mignani, ma è arrivata anche l’estetica ed i gol, conditi da un bel poker che ha entusiasmato i quasi 4mila presenti ed addetti ai lavori e senza dubbio anche chi l’ha seguita da casa. Ad aprire le marcature è stato un lesto capitan coraggio, Valerio Di Cesare, alla sua quattordicesima rete con la maglia del Bari. Nella ripresa ci hanno pensato uno scatenato Cheddira e poi dal dischetto, prima Mirco Antenucci ed in seguito anche Simone Simeri, con dedica speciale al prossimo e primogenito che la moglie porta in grembo.

DI CESARE HA APERTO LE DANZE, nella ripresa il POKER D’ASSI – Mister Mignani ha schierato dall’inizio Terranova al posto del ceduto Sabbione, mentre in mediana Bianco è stato preferito a Scavone che avrebbe potuto arretrare in quanto come regista offensivo gli è stato preferito l’argentino e numero dieci, Ruben Botta, a supporto di Antenucci e Cheddira. Dopo qualche minuto di gioco i biancorossi hanno reclamato un calcio di rigore ai danni di Cheddira. Al nono minuto D’Errico ha sfiorato il vantaggio ma Marciano ha parato deciso. Al quattordicesimo il Bari su assist in profondità di Antenucci ha servito Cheddira che da posizione defilata anziché calciare direttamente in porta ha preferito servire in per D’Errico, ma l’assist è stato sporcato da una deviazione ed il compagno di squadra non è riuscito giovarne. Al ventesimo c’è stato un fallo evitabile di Bianco che ha rimediato il giallo per il fallo tattico ma per fortuna dei Galletti la punizione non ha trovato l’esito sperato per gli ospiti. Qualche minuto dopo brivido con l’ex Costantino che ha sfruttato un’indecisione dei centrali biancorossi ma ha calciato in modo sbilenco. Alla mezz’ora è andato al tiro dal limite dell’area avversaria, Mirco Antenucci controllato agevolmente da Marciano. Al trentacinquesimo ci ha riprovato Costantino ma il suo tiro è stato murato da Terranova con intervento provvidenziale. Il Bari al 42’ è passato in vantaggio grazie a capitan Di Cesare, il quale lesto di piedi ed in volee capitalizzando un calcio d’angolo battuto magistralmente da Maita e suscitando il boato dei 3878 presenti. Alla ripresa nessun cambio ed il Bari ha iniziato all’attacco con Botta che al 46’ ha messo un pallone dal lato destro del campo per Antenucci, il quale ha colpito centralmente. Dopo un Bari che ha aumentato la vivacità della manovra al 53’, ‘l’ispettore Derrick’ D’Errico ha scodellato un pallone a scavalcare la difesa del Monterosi e pescato Cheddira, a margine dell’area piccola che prontamente ha controllato e scaraventato la palla in rete per il 2-0. Con gli avversari tramortiti qualche minuto più tardi, acnora dall’intelligenza tattica di D’ Errico, è partita un’azione per Botta che servito nello stretto, è stato steso goffamente da Pirolo e l’arbitro ha decretato il calcio di rigore. Dagli undici metri è andato Mirco Antenucci che ha spiazzato Marciano mettendo il punto esclamativo al match. Un minuto dopo il gol ci hanno provato i laziali ancora con Costantino che in area ha tirato al volo ma Frattali ha respinto in corner. Al 67’ spazio a Celiento, applaudito dai presenti. Nel finale sono entrati Marras e Di Gennaro per Antenucci e Bianco. Nell’ultimo quarto d’ora sono entrati anche Simeri e Scavone. Proprio Simeri ha firmato il poker all’83’ spiazzando Marciano, ma con il merito anche di Scavone per essersi procurato il calcio di rigore. Prossimo impegno contro il Picerno domenica sera alle ore 20.30 allo stadio ‘Viviani’ di Potenza.

LA VOCE DEI TECNICI – Al termine del match per primo ha parlato il tecnico del Monterosi Tuscia, D’Antoni che ha elogiato il Bari e fatto i complimenti ai propri ragazzi: “Nel primo tempo sino al gol siamo stati in partita, sbagliando poco ed in occasione del gol. Dopo il raddoppio, abbiamo avuto una reazione immediato ma non è bastato. Quando giochi contro una corazzata del genere al primo errore ti castigano. Tra Bari e Foggia? Non c’è paragone, il Bari ha una caratura superiore e se la giocherà con le altre, ma noi pensiamo a raggiungere l’obiettivo nostro”. Mignani, invece, raggiante per la prima vittoria stagionale ha detto: “Era importante partire bene al San Nicola ed è stata una botta di entusiasmo. Siamo felici e ci godiamo il meritato riposo in vista della ripresa per partire ancora più concentrati e per portare a condizione chi è arrivato tardi e migliorare i meccanismi di gioco e dove oggi abbiamo sbagliato. Ripartirei dal primo tempo dove abbiamo creato e mossi in modo corale, nel secondo tempo abbiamo dilagato con sprazzi individuali. Ripeto, piedi impiantati per terra e concentrazione”. La notizia da stimolo che dopo due giornate di campionato in testa alla classifica e da sola c’è il Monopoli, secondo proprio il Bari e terzo il Foggia (a pari merito dei Galletti) e dei rossoblu del Taranto. Insomma nei vari derby che ci saranno si preannuncia battaglia sino all’ultimo secondo di gioco. (Ph. Tess Lapedota).

TABELLINI & PAGELLE

BARI (4-3-1-2): Frattali 6.5, Belli 6.5, Terranova 7, Di Cesare 7 (67′ Celiento 6), Mazzotta 5.5, Maita 6.5, Bianco 5 (73′ Di Gennaro 6), D’Errico 8 (81′ Scavone 6.5), Botta 7.5 (81′ Simeri 6.5), Cheddira 7.5, Antenucci 7 (73′ Marras 6). A disp.: Polverino, Gigliotti, Lollo, Di Gennaro, Pucino, Ricci, Paponi, Mallamo. All. Mignani 7.

MONTEROSI (3-5-2): Marcianò 6; Piroli 4.5 (68′ Tartaglia s.v.), Mbende 5.5, Rocchi 5.5; Adamo 6 (80′ Luciani s.v.), Franchini 6.5 (80′ Di Paolantonio s.v.), Buono 6, Parlati 5.5 (55′ Buglio 5.5), Tonetto 6; Costantino 6, Caon 5.5 (68′ Verde s.v.). A disp.: Borghetto, Cancellieri, Borri, Polito, Ferri Miarini, , Nasini, Sdaigui. All. D’Antoni 5.5

Arbitro: Galipò di Firenze
Assistenti: Poma – Trischitta
IV: Cascone

Marcatori: 42′ Di Cesare (B), 53′ Cheddira (B), 57′ rig. Antenucci (B) 83′ rig. Simeri (B)
Note – ammoniti Buono, Tonetto, Mbende, Piroli (M), Bianco, Di Cesare (B). Recupero: 1′ p.t., 3′ s.t.
Spettatori: 3878

 

M.I.

 311 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *