De Luca: “L’unica medicina che conosco è l’abnegazione al lavoro”
27 Novembre 2021
Settimana di maltempo soprattutto a Sud, nubifragi e neve
29 Novembre 2021

Il Bari rifila tre gol al Latina: ora testa all’Avellino

Sono tre le vittorie di fila dei biancorossi nelle ultime tre giornate, rispettivamente contro Vibonese, Fidelis Andria ed appunto Latina, ma anche tre di fila nel rendimento casalingo dove invece complessivamente ne ha realizzate sei, le stesse del Palermo. Serviva arrivare al tour de force di dicembre con nove punti tondi e così è stato, adesso il Bari potrà affrontare tre match intensi senza rimpianti, e con l’obiettivo di rimanere in vetta alla fine di dicembre, per poi affrontare la restante metà del girone da capolista. Vincere aiuta sempre, e dopo la bella e brillante gara contro l’Andria il Bari di Mignani ha faticato un po’ nel primo tempo, ma nella ripresa ha legittimato la vittoria, pur concedendo qualche contropiede, ed ha chiuso la contesa sul punteggio finale di 3 a 1, con le reti di Antenucci nel primo tempo, il pari di Di Livio sponda neroazzurra, e poi Paponi servito da Botta, ed a chiudere i giochi, Manuel Marras, servito dall’incursore scelto Mattia Maita.

ANTE-PAPONI & MARRAS ed il Bari mette il turno – Mignani per la prima volta in stagione ha confermato in blocco la formazione che ha battuto l’Andria, dall’altra parte Di Donato ha schierato il 3-5-2. Al terzo minuto di gioco Paponi ci ha provato in acrobazia ma la conclusione non è stata precisa. Il Bari ha subito alzato il baricentro contro un Latina molto compatto che ha indotto i mediani biancorossi all’errore nel fraseggio, ma è risaputo che tutte le avversarie al San Nicola quintuplicano le forze. Al ventesimo c’è stato il primo squillo da parte degli ospiti con il figlio d’arte Di Livio.che ha servito Carletti e quest’ultimo dal fondo ha messo in mezzo per Ercolano che ha colpito senza inquadrare lo specchio. I padroni di casa hanno risposto cinque minuti dopo con Mattia Maita che dopo aver rubato palla dal limite dell’area ha fatto partire un bolide ma conclusosi alto. Al trentunesimo è arrivato il vantaggio: Botta ha avviato l’azione servendo un ‘cioccolatino’ per Paponi sulla sinistra in area di rigore ed il centravanti ex Padova ha servito il compagno di reparto Antenucci appostato e liberatosi da marcature, che di piattone ha messo in rete a porta sguarnita. Per Mirco Antenucci la settima rete stagionale Al quarantesimo su errore di D’Errico a metà campo, ne ha approfittato Tessiore che ha scagliato un destro potente deviato in angolo da Frattali. Lo stesso D’Errico, quaranta secondi più tardi si è fatto perdonare e ci ha provato cin un tiro dal limite ma la palla è terminata di poco alta. Il primo tempo si è concluso con il Bari in vantaggio di uno a zero. La ripresa ha visto il Bari subito proiettarsi in attacco per primo ma nonostante ciò gli ospiti hanno pareggiato con un break a centrocampo di Carletti che ha servito Di Livio il quale con un fendente diagonale ha battuto Frattali per la rete dell’1-1. Il tecnico Di Donato ha inserito De Santis e Jefferson per Nicolao e Sane, ma il Bari ha effettuato il controsorpasso sugli sviluppi di un corner, dopo aver saltato come birilli due avversari il numero dieci Botta con il sinistro ha servito un ‘cioccolatino’ all’interno dell’area all’indirizzo di Paponi che l’ha messa di testa sul secondo palo senza lasciare scampo a Cardinali. Il Latina ha provato a rispondere sfondando sulle corsie laterali ed approfittando di qualche buco lasciato per le vie centrali perché il Bari dal canto suo non ha mai mollato la ricerca della terza rete. Al sessantunesimo Amadio ha pescato Carletti che ha vinto un duello aereo con Terranova ed ha tirato trovando un superlativo Frattali che ha allontanato la minaccia. Dal limite, per i padroni di casa ci ha provato Botta con una punizione deviata dalla barriera in corner. Al sessantacinquesimo è stato ammonito Scavone, che salterà la prossima gara contro gli irpini ed al suo posto è subentrato Mallamo e Paponi, invece ha lasciato campo a Marras. Quasi gloria per Mallamo che ci ha provato dalla distanza senza centrare lo specchio della porta. A dieci minuti dalla fine è subentrato anche Ricco per D’Errico. La gara interrotta spesso da qualche perdita di tempo e fallo di troppo da parte avversaria, si è chiusa ad un minuto dal novantesimo con un gol da posizione defilata da parte di Marras, servito con un taglio perfetto da parte di Maita.Prima dei cinque minuti di recupero sono arrivati gli applausi di tutta la curva nord e stadio per Mirco Antenucci, rilevato da Belli. Il Bari in attesa che giochino le altre avversarie ha servito il tris d’assi e si è lanciato nel mese di dicembre, con la prima di tre sfide di cartello per poi concludere contro un Potenza che già lo scorso anno fece l’impresa al San Nicola, e bisogna evitare che si ripeta.  In seimila hanno colorato e popolato il San Nicola, ma nonostante i pochi tagliandi venduti, la Curva Nord non ha mai smesso di incitare la squadra.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI –Dopo aver parlato ai microfoni ufficiali, mister Michele Mignani si è presentato in sala stampa ed ha tracciato la sua disamina: “Paponi? Sono contento della sua prestazione come di quella collettiva. La partita era temibile e non è stato semplice da subito. Non mi sono piaciute le troppe ripartenze che abbiamo subito ma sono arrivati risultati positivi dopo un periodo meno buono. Serve sempre equilibrio in un campionato lungo. Ma ci sentiamo pronti per il prossimo ciclo di partite. Marras? E’ entrato bene e ho pensato che si poteva interscambiare con Botta. Maita? Da lui mi aspetto sempre di più, ha fatto bene proponendosi al tiro, meno quando ha lasciato un buco al centro e ci siamo esposti all’avversario”. Ha poi concluso la guida tecnica: “Possiamo sempre migliorare. L’Avellino? Sono gare che si preparano da sole, nella prossima gara se si apriranno sarà ancora meglio. Ma ripeto sono contento della rosa che alleno e fiducioso”. Felice ed entusiasta della vittoria, anche il terzino Mazzotta: “Felice per i tre punti, la gara non semplice e adesso testa alla prossima gara, da affrontare nel migliore dei modi e per fare meglio rispetto alle ultime trasferte, prima di Andria”. (Ph. Tess Lapedota).

TABELLINO & PAGELLE di Bari-Latina

BARI (4-3-1-2): Frattali 6.5; Pucino 6, Celiento 6, Terranova 6, Mazzotta 6.5 (75’ Ricci s.v.); Scavone 6 (69′ Mallamo 6), Maita 7, D’Errico 6 (Bianco s.v.); Botta 7; Antenucci 7 (90′ Belli s.v.), Paponi 7.5 (69′ Marras 7). A disp.: Polverino, Gigliotti, Bianco, Simeri, Cheddira, Citro, Lollo, Di Gennaro, Ricci. All. Mignani 7.5.

LATINA (3-5-2): Cardinali 5.5; Carissoni 5.5, Giorgini 5.5, Esposito 5.5; Ercolano 6 (85′ Teraschi s.v.), Amadio 6, Di Livio, Tessiore (74′ Barberini 6), Nicolao 5.5 (55′ De Santis 6); Carletti 6.5 (85′ Rosseti s.v.), Sane 5.5 (55′ Jefferson 6 ). A disp.: Ciammaruconi, Alonzi, Marcucci, Celli, Atiagli, D’Aloia, Rossi. All. Di Donato 6.

Arbitro: Fiero di Pistoia
Assistenti: Pascali – Stringini
IV: Grasso

Marcatori: 31′ Antenucci (B), 49′ Di Livio (L), 55′ Paponi (B), 89′ Marras (B)
Note – ammoniti Maita, Paponi, Scavone (B), Esposito, Giorgini, Di Livio (L). Recupero: 1′ pt, ‘ st.
Spettatori: 6.762 (2044 mini abbonamenti, 76 tifosi ospiti)

M.I.

 

 

 9,894 total views,  3 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *