Zibi Boniek elogia gli azzurri ed incoraggia il “suo” Bari
29 Giugno 2021
Il fuoco viene da lontano
29 Giugno 2021

Il Bari tenterà l’assalto al campionato senza fronzoli

Arrivare in fondo per vincere è quello obiettivo dichiarato della Ssc Bari, per la terza stagione di fila nel campionato semiprofessionistico, probabilmente quello che ci aspetta sarà il più difficile per svariati motivi: riconquistare la fiducia ne far ritrovare entusiasmo alla piazza che quest’anno ha toccato punte minime ed anche la tifoseria organizzata non più tanto soddisfatta dell’operato della società: il presidente ha ribadito il suo impegno economico ma di fatto la Ssc Bari sta incassando passività per la Filmauro, società che ne detiene il cartellino quindi o si svolta o dalla prossima stagione ci potrebbero essere scenari auspicabili; ed infine, ma non per ultimo, forse l’aspetto più da tenere presente, ci saranno pretendenti dal Cosenza, retrocesso in Lega Pro, il Palermo ed Avellino che attrezzeranno i propri tecnici di squadre molto competitive, il Taranto possibile outsider ma soprattutto vanno menzionate due squadre che non resteranno a guardare, il Foggia del maestro Zeman, ritornato con grande entusiasmo e voglia di aprire un nuovo ciclo ed il Pescara di Gaetano Auteri con gli abruzzesi a cui resta da capire se saranno inseriti nel girone del sud o del centro. Sul Foggia di Zeman, presentato questo sabato pomeriggio, da ravvisare le ennesime dichiarazioni inopportune del giornalista tifoso di una nota emittente nazionale, dove ha dato del bollito e ‘passato’ a Zeman, ma evidentemente perché il boemo non ha guidato gli irpini al successo quando gli ha allenati, nonostante bisognerebbe essere dei folli per mettere in discussione un tecnico che ha scritto pagine importanti per il calcio europeo e non solo italiano. Ma pensiamo al Bari che a prescindere dai nomi che potrebbero arrivare o meno dovrà essere caparbio, tenace e funzionale a quelle che sono le idee tecnico-tattiche di mister Mignani, definito da qualche collega di fuori una sorta di ‘equilibratore’, uno che è votato ad un calcio offensivo con il suo 4-3-1-2 ma anche 4-3-3, praticato per lo più da un mix di giovani e giocatori di esperienza. Il Bari sicuramente parte da una base solida: ovvero da quello che potrebbe diventare il capitano del nuovo corso, Mirco Antenucci, con un Valerio Di Cesare che resterebbe vice capitano ed è sempre più vicino al rinnovo contrattuale, con un ruolo altrettanto di prestigio e di responsabilità all’interno dello spogliatoio, fare da chioccia con i più giovane, essere un leader e sempre a disposizione quando viene chiamato in causa.

Capitolo Calciomercato: Muroni il nome nuovo e partenza di uno tra Marfella e Frattali Si allontana la pista per il difensore centrale Brosco, vicino allo svincolo contrattuale dall’Ascoli, ma su di lui c’è il Benevento ed anche club di prima fascia in C, piace molto al diesse Polito che resta pronto a sferrare l’assalto decisivo se ci saranno le giuste condizioni. A centrocampo Bianco e De Risio, soprattutto quest’ultimo ha mercato in Lega Pro con il Pescara in pole, se dovesse partite anche uno dei due, il Bari potrebbe virare su Mattia Muroni, numero ventuno del Modena che in questa stagione ha realizzato ben sei gol, dimostrando qualità e geometrie ed istinto anche del gol. In attacco con Antenucci ci sarà Simone Simeri, entrambi molto amici e che potrebbero ricomporre la coppia che due stagioni fa ha regalato emozioni incredibili. In uscita per gli attaccanti, c’è sempre Leonardo Candellone. Zero gol all’attivo, su di lui Sud Tirol e Gubbio le squadre più interessate con il Tirol in leggero vantaggio. In difesa mercato difficile per Sabbione e Perrotta, con questi che potrebbe restare in biancorosso. In porta, invece, secondo ‘rumors’ filtrati da fonti attendibili rimarrà solo uno tra Gigi Frattali e Davide Marfella, con questi che essendo più giovane dopo aver collezionato solo un gettone, per giunta all’ultima di campionato ed uno in Coppa Italia contro la Spal, vorrebbe avere maggiore spazio, mentre Frattali eventualmente accetterebbe anche il ruolo di comprimario, qualora dovesse arrivare un altro numero uno con il quale si contenderebbe la maglia, di sicuro, il preparatore dei portieri resta ed è stato confermato, Maurantonio.

SOLITO CAOS ISCRIZIONI E CALENDARIO A RISCHIO SLITTAMENTO –  Ieri sono scaduti i termini per le squadre già certe di partecipare alla Terza Serie Nazionale. Ad oggi però la data prevista per l’inizio per fine agosto (28 e 29 agosto),  Manca all’appello la vincitrice del girone I di serie D dove le due squadre messinesi, si stanno contendendo la promozione (domenica si conclude il campionato regolare), la squadra che arriverà seconda tra le due andrà a fare gli spareggi per puntare ad un eventuale ripescaggio. Anche il prossimo campionato dovrà fare la guerra contro il Covid, con la speranza che i botteghini si riaprano, seppur parzialmente perché anche se molte hanno presentato l’iscrizione regolarmente, non è escluso che come è successo nel passato più recente si ritirano a campionato in corso. Onde scongiurare questo tipo di pericoli, la Lega è chiamata a vegliare scrupolosamente e se sarà necessario hanno il dovere di rimandare l’inizio del campionato piuttosto che farlo iniziare e scombussolare tutto a giochi in itinere. L’obiettivo del Bari resta quello di vincerlo senza passare dai playoff, ma ci saranno tante pretendenti per una sola posizione oltre alla lotteria dei playoff, dove oramai da un po’ di stagioni la vincente esce dagli altri gironi, ed ergo, non si può asserire statistiche alla mano che il girone C è il più complesso. Al Bari il compito, uno solo, quello di vincere e convincere senza fronzoli, magari anche senza bel gioco ma mai come in questa stagione conteranno solo i risultati. (Ph, Tess Lapedota).

M.I.

 

 558 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *