Primo PianoSport

Il Bari viene affondato dal Venezia ed esce tra i fischi dei propri tifosi

I biancorossi perdono per tre a zero al San Nicola

Al San Nicola è andata in scena la quattordicesima giornata di campionato che ha visto opposto al Bari, il Venezia, secondo in classifica. Per i biancorossi la grande voglia di riscatto, mentre per il Venezia partito arrembante in campionato e lanciatissimo perché secondo la possibilità di scavalcare il Parma capolista. Nel Bari, nel riscaldamento mister Marino ha dovuto rinunciare a Diaw che è partito così dalla panchina ed al suon posto Aramu, mentre in mediana per Acampora è stato preferito Benali. Nei lagunari assenti Pojhanpalo ed al suo posto Gytkjaer.

IL VENEZIA UMILIA IL BARI E SI PRENDE LA VETTA DELLA CLASSIFICA – Il Venezia dopo due minuti, ci ha provato con Busio che sotto porta ha sbagliato. Il Bari è salito in cattedra dal settimo minuto conquistando il primo calcio d’angolo, in seguito ad un quasi autogol da parte di Tesserman. Al minuto quattordici ci ha pensato Sibilli ma il suo tiro centrale è stato parato da Bruno. Al ventiduesimo Jonshen sinistro ad incrociare e la palla è stata deviata da Pucino.  Tre minuti più tardi ci ha pensato Koutsoupias ma questa volta l’estremo difensore dei lagunari si è superato. Soltanto 16.458 il dato degli spettatori presenti., di cui 121 ospiti. Al trentesimo Zampano ha tagliato tutta la difesa biancorossa e Perini, ha insaccato in porta, trafiggendo Brenno. Il Bari ha provato a rispondere e mettere pressione alla squadra ospite riversandosi nella metà campo avversaria ed al quarantesima Aramu ha provato il sinistro a giro, ma la sua conclusione è stata sporcata da una deviazione . Due i minuti di recupero ed il Bari al primo minuto di recupero ci ha provato con una conclusione dalla distanza con Benali. Ad inizio ripresa Marino ha sostituito Aramu ed ha inserito Achik. Dopo cinque minuti dall’inizio Ricci ci ha provato dalla distanza ma senza fortuna. Il Venezia cinque minuti fa ha risposto con la conclusione velenosa di Gytkjaer ma Brenno ha deviato miracolosamente in angolo. I pugliesi hanno risposto con Koustsoupias, ma il suo tiro è stato facilmente bloccato. Marino al 75esimo ha effettuato un doppio cambio inserendo Acampora e Chukwu rispettivamente per Dorval e Benali. Al novantesimo dopo una parata di Brenno, Tessmann ha segnato da quasi trenta metri congelando il primo posto ed una partita dominata. Il Venezia ha approfittato e messo il punto esclamativo con Dembele. Sin. qui, dopo cinque gara quella di questo pomeriggio è stata la partita più brutta della gestione Marino con un Bari impalpabile. Il Bari tornerà in campo domenica prossima a Lecco, alle ore 16.15. Il Venezia nuova capolista torna a vincere al San Nicola e si riprende quella vetta che soltanto una stagione fa, se la prendeva il Galletto vincendo in trasferta proprio in laguna.La compagine biancorossa chiude con la prima sconfitta stagionale al San Nicola e la seconda complessiva ma soprattutto con una pesante scoppola dinnanzi ai propri tifosi,. (Ph. Tess Lapedota).

 

TABELLINI & PAGELLE

Bari (3-4-1-2): Brenno 6, Pucino 5.5  Di Cesare (c) 5.5, Vicari 5.5, Dorval 5.5 (75’ s.t. Akpa-Chukwu s.v.), Benali 5.5 (75’ s.t. Acampora s.v.), Koutsoupias 5.5 (65’ s.t. Maita 5.5), Ricci 5.5, Sibilli 5.5, Aramu 5.5 (46’ s.t. Achik 5.5), Nasti 5.5.

A disp.: Pissardo, Matino, Bellomo, Astrologo, Zuzek, Edjouma, , Frabotta

All. P. Marino 4.5

Venezia (4-4-2): Bruno 6, Busio 6.5, Zampano (c) 7, Tessmann 6.5, Gytkjaer 6, Pierini 6.5 (85’ s.t. Lella s.v.), Altare 6, Johnsen 6.5 (69’ s.t. Olivieri s.v.), Candela 6.5, Sverko 6, Ellertsson 6 (85’ s.t. Dembele 7).

A disp.: Joronen, Grandi, Modolo, Jajalo, Tcherychev, Mikaelsson, Ullmann, Andersen.

All. P. Vanoli 8

Arbitro: Collu. Assistenti: Gioia, Rossi. Quarto Ufficiale: Ubaldi. VAR: Dionisi. AVAR: Minelli Stadio: Stadio San Nicola

Note. 16.458 spettatori paganti di cui 121 ospiti.  2’ min. di recupero nel p.t., 5’ s.t. nella ripresa.

Ammoniti: Nasti (Bari)

Marcatori: Perini 30’ p.t. (Bari); Tessmann 90’ s.t. (Venezia), 94’ s.t. Dembele (Venezia)

 

 

Marco Iusco

 

 


Pubblicato il 25 Novembre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio