Rialzano la testa i prezzi al consumo: Bari fra le città le più care del Sud
18 Gennaio 2020
“Uniti per l’autismo”
21 Gennaio 2020

Il Bari vince 5-2 contro un Rieti combattivo

Il Bari ritorna a vincere, questa volta lo fa dilagando con un 5-2 perentorio che in teoria farebbe credere che non ci sia stata storia, mentre il Rieti ha dato prova di coraggio e soprattutto nella ripresa in svantaggio di due reti hanno riaperto la partita, seppur hanno preso due gol in contropiede griffati prima da Neglia e da Maita. Un Bari che dal primo minuto è sceso in campo senza Berra, Hamlili, con le novità dal primo minuto di Costa e Scavone. Un Bari devastante con Antenucci, il quale nei primi dieci minuti ha impegnato severamente Addario, numero uno avversario sfiorando una doppietta veloce. Poco dopo il quindicesimo, al minuto 17’ per l’esattezza, il solito Mirco Antenucci cecchino dal dischetto ha trasformato il penalty e portato in vantaggio i suoi compagni. Un primo tempo che si sarebbe potuto chiudere con il Bari in doppio vantaggio, ma il Bari ha sprecato diverse chance, una di queste con Scavone. Da segnalare nel primo tempo un trauma distorsivo al ginocchio sinistro al capitano Valerio Di Cesare, da valutare tempi ed entità dell’infortunio, si spera nulla di grave. Nella ripresa, i biancorossi, sono partiti ancora più arrembanti perché Simeri si è inventato un gran gol di testa. Sul 2-0 i Galletti si sono abbassati troppo ed hanno concesso campo alla squadra laziale che ha subito approfittato di una dormita dei difensori centrali, accorciando con Del Regno. Al minuto 79’ ancora gloria per Simone Simeri con pennellata di Filippo Costa. A quattro minuti dal novantesimo c’è stata un’autorete di Bianco, su tiro di un altro giocatore del Rieti, subentrato. Finale incandescente perché il Bari nel giro di due minuti, ha chiuso il match con Samuele Neglia e poi con Mattia Maita, quest’ultimo gol all’esordio. Tre punti pesanti, in vista del prossimo match ravvicinato mercoledì sera contro il Leonzio.

La voce dei protagonisti – Al termine della partita, il primo a parlare, il mister del Rieti, Roberto Beni: “È stato un piacere tornare a Bari e vedere quella scarpata e questa piazza che merita altri palcoscenici. Sono contento della prestazione dei miei ragazzi e fiducioso sul proseguo del campionato anche e c’è da lavorare tanto e compattarsi”. Anche mister Vincenzo Vivarini contento: “Felice per prestazione e risultato, nel primo tempo dovevamo chiuderla. Nella ripresa dopo il due a zero, ci siamo abbassati troppo e rischiato di riaprire una parità che stavamo dominando. Siamo stati bravi nel chiuderla, e felice anche di chi è subentrato da D’Ursi a Maita che era arrivato due giorni fa. La Reggina non la pensiamo. Felicissimo della mia squadra e della crescita di Simone Simeri”.

TABELLINI

BARI (4-3-1-2): Frattali; Sabbione, Di Cesare (14′ Corsinelli), Perrotta, Costa; Schiavone (81′ Folorunsho), Bianco, Scavone (68′ Maita); Terrani (68′ D’Ursi); Antenucci (81′ Neglia), Simeri

Panchina: Marfella, Berra, Esposito, Cascione, Awua, Kupisz, Ferrari.  Allenatore: Vivarini

RIETI (4-3-1-2): Addario; Tiraferri, Aquilanti, Celli, Zanchi; Zampa, Tirelli, Serena (74′ Esposito); De Paoli (65′ Arcaleni); Russo, De Sarlo (56′ Del Regno).

A disposizione: Pegorin, Granata, Poddie, Bartolotta, Beleck,​​​​​​ Giordano, Zona. Allenatore: Beni

Arbitro: Enrico Maggio di Lodi

Ammonizioni: 76′ Bianco, 90′ Zampa

Marcatori: Antenucci 17′, Simeri 55′, (R) Del Regno 69′, Simeri 79′, (R) Aut. Bianco 86′, Neglia 93′, Maita 95′

Minuti di recupero: 2-5

Marco Iusco

 

 413 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *