“Italia Olivicola” fa appello al governo Conte per la marginalizzazione dell’Italia nel Coi
1 Agosto 2019
Tracce della Traiana, sparite anche quelle
2 Agosto 2019

Il Bari vince il 1° Trofeo del Centenario

Partita di festa in occasione del centenario della Salernitana, dedicato ad uno dei capi ultras della curva della Salernitana, Carmine Rinaldi detto il Siberiano, scomparso il 13 aprile 2010. Triangolare con Bari, Reggina e Salernitana, padrona di casa con in panchina mister Gianpiero Ventura, ex allenatore del Bari dei miracoli e calcio champagne ed anche del Bari vergognoso del calcio-scommesse. Quasi trecento baresi a intonare cori proprio dedicati al ‘Siberiano’. Buona la prima per il Bari che nonostante 45 minuti dove è apparso un po’ imballato sulle gambe, si è saputo difendere con ordine, rischiato solo due volte, contro l’ex Nicola Bellomo che ha colpito la traversa ed era un funambolo per la difesa biancorossa e Reginaldo, che col Bari ha un conto aperto. Ai rigori per il Bari, l’unico errore è stato di Valerio Di Cesare, mentre per la Reggina, Loiacono, ex Foggia, e De Rose hanno sbagliato in malo modo e consegnati i due punti al Bari.

TABELLINI 0-0, 4-2 rigori

BARI (4-3-3): Frattali; Corsinelli, Di Cesare, Sabbione, Costa; Bolzoni, Hamlili, Feola; Terrani, Simeri, Neglia. A disposizione: Marfella, Liso, Perrotta, Cascione, Berra, Folorunsho, Scavone, Kupisz, D’Ursi, Antenucci. Allenatore: Cornacchini

REGGINA (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Kirwan, Bianchi, De Rose, Sounas, Bresciani; Bellomo, Reginaldo. A disposizione: Farroni, Lofaro, Marchi, Zibert, Redolfi, Salandria, Marino, Paolucci, Corazza, Doumbia, Nemia, Suraci. Allenatore: Toscano

Arbitro: Gianpiero Miele di Nola

Assistenti: Croce e Ferraioli di Nocera Inferiore

RIGORI Neglia (gol) Bellomo (gol) Sabbione (fuori)  De Rose  (parato) Costa (gol) Loiacono (parato) Simeri (gol) Bianchi (gol)  Terrani (gol)

Già comunicato l’undici biancorosso per la seconda sfida con la Salernitana. Sempre 4-3-3: Frattali; Berra, Di Cesare, Perrotta, Costa; Folorunsho, Hamlili, Scavone; Kupisz, Antenucci, D’Ursi.

Salernitana-Bari 0-1

Buon Bari e più in palla rispetto al primo tempo giocato contro la Reggina. Nella seconda partita, contro la Salernitana formazione di serie B, con Djuric e Calaio in panchina, ma con l’ex Cagliari, Giannetti nell’undici titolare ed Alessandro Micai tra i pali, ex Bari. Nella Salernitana in panchina mister Ventura che ha schierato un inedito 3-5-2. Al dodicesimo sono i pugliesi a passare in vantaggio con Manuel Scavone che sfruttando un passaggio filtrante di Hamlili, ha infilato la palla nel sette, dove Micai non poteva arrivare. Due cambi sul fronte Bari, Sabbione ha rilevato il capitano Di Cesare che ha passato la fascia ad Antenucci, e successivamente Eugenio D’Ursi per infortunio è stato sostituito da Terrani. Bari che conclude matematicamente al primo posto.

TABELLINI

BARI (4-3-3): Frattali; Berra, Di Cesare, Perrotta, Costa; Folorunsho, Hamlili, Scavone; Kupisz, Antenucci, D’Ursi. A disposizione: Marfella, Liso, Sabbione, Cascione, Corsinelli, Feola, Bolzoni, Neglia, Simeri, Terrani. Allenatore Ventura

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Migliorini; Cicerelli, Firenze, Di Tacchio, Maistro, Kiyine; Jallow, Giannetti. A disposizione.: Vannucchi, Pucino, Odjer, Calaiò, Djuric, Morrone, Russo, Carrillo. Allenatore: Ventura

Marcatori: Scavone al 12’

Reggina-Salerniana 1-1, ai rigori vince 4-2 la Salernitana

SALERNITANA (3-5-2) – Vannucchi; Pucino, Migliorini, Carillo; Cicerelli, Odjer, Di Tacchio, Maistro, Kiyine, Calaiò, Djuricic. A disposizione: Micai, Firenze, Jallow, Karo, Morrone, Russo, Billong, Giannetti. Allenatore: Ventura

REGGINA (3-5-2) – Guarna; Zibert, Redolfi, Mrchi; Kirwan, Marino, Salandria, Paolucci, Bresciani; Doumbia, Corazza. a disposizione: Farroni, Lofaro, Rossi, De Rose, Bertoncini, Bianchi, Sounas, Bellomo, Reginaldo, Nemia, Suraci. Allenatore: Toscano

Vantaggio della Salernitana la quale sul rigore sbagliato da Calaiò, lo stesso giocatore ex Napoli e parma, ha ribattuto a rete. Qualche minuto dopo al dodicesimo, ha pareggiato Doumbia per la Reggina, e la partita è terminata ai calci di rigore.

LA VOCE DEL TECNICO E DEL MIGLIORE DEL TORNEO – Al termine delle due partite vinte dal Bari, la prima ai rigori la seconda in partita grazie ad un capolavoro di Manul Scavone, il tecnico Giovanni Cornacchini insieme a Scavone hanno detto la loro. Per primo ha parlato un soddisfatto Cornacchini: “Contento della prestazione dei ragazzi, l’unico dispiacere resta non aver tolto cinque minuti prima D’Ursi, che aveva poco più di una sgambata nelle gambe. Quanto alla squadra, vincere aiuta a vincere, posso solo ringraziare la società e i miei ragazzi perché stanno rispondendo bene a quanto abbiamo fatto dall’inizio del ritiro ad oggi che siamo vicini al primo test ufficiale. Antenucci? Fuori categoria, oggi ha fatto passaggi decisivi, uno che aiuta i compagni e fa giocare bene anche se oggi non ha segnato. Il modulo? Il 4-3-3 sicuramente oramai è collaudato, ma con Ferrari o se dovesse arrivare un altro innesto non escludo anche altre situazioni di gioco. Favoirit? Non ci nascondiamo, ma insieme a noi ci sono altre quattro cinque squadre che lotteranno. Noi siamo lì, pronti a dire la nostra”. Infine, Manuel Scavone: “Felice della prestazione collettiva e del gol. Noi ci siamo, e vogliamo fare bene, Ma un ringraziamento speciale va ai nostri tifosi, dobbiamo essere una cosa sola, un collante, e restare sempre uniti. Hamlili e Folorunsho, due mostri, insieme a tutto il resto della squadra che si allena per dare il massimo”. Primo Trofeo dedicato alla memoria del tifoso Carmine detto il Siberiano, per il Centenario della Salernitana, vinto dal Bari, seconda la Salernitana e terza la Reggina, prossima avversaria nel girone C di Lega Pro,

Marco Iusco

 

 

 

698 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares