Tre fortezze smantellate
2 Settembre 2022
La telenovela Gytkjaer… e poi è arrivato Salcedo dall’Inter
2 Settembre 2022

Il festival “Blow up” della compagnia di danza ResExtensa

Spettacoli, incontri con gli artisti e un laboratorio speciale, torna per il secondo anno a Giovinazzo, in provincia di Bari, il festival “Blow up” a cura della compagnia di danza ResExtensa, fondata da Elisa Barucchieri. L’evento, realizzato in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, Comune di Giovinazzo e con il patrocinio della Città Metropolitana di Bari, si svolgerà da oggi al 5 settembre nel settecentesco Istituto Vittorio Emanuele II, che fu sede del convento dei padri Domenicani fino al 1809 e poi divenne il Regio Ospizio Ferdinando I.

L’anima si racconta, parla e spicca un salto verso l’alto: ecco “Blow up”. “Abbiamo immaginato di saltare dentro un quadro colorato, lasciandoci coinvolgere da tutto ciò che è intenso, luminoso e vivo. Abbiamo definito e tracciato idee utilizzando tutto l’occorrente necessario per accogliere ogni sfumatura, ogni colore scelto con cura; colori freschi e colori con una storia dentro sé da raccontare

– spiega Barucchieri -. Blow up è tutto questo: un posto dove non esistono sovrastrutture di pensiero; è un cantiere aperto dove gli artisti ci condurranno in un viaggio in cui la creatività non ha tabù ma solo forme e margini da colorare o ridisegnare. Performance, spettacoli, progetti educativi-esperienziali, spazi teatrali e urbani dipingeranno isole sonore d’arte”.

Quest’anno “Blow up” è uno speciale focus sulle proposte più interessanti che dalla Puglia hanno trovato notevole attenzione anche oltre regione e all’estero. Si va alla scoperta delle regole tratte dai primi codici di danza del Quattrocento italiano con una speciale edizione dello spettacolo “Non Tutti Sanno Che… dalla Bassadanza”, compagnia ResExtensa, alla danza urbana del collettivo Fresh di Brindisi con “FreshShow” di Silvia Bevilacqua (stasera, ore 21). Equilibrio Dinamico di Roberta Ferrara ci porta nel mondo del sommo Dante con “Tutto nel segno di lei – at first glance”, ispirato dall’opera Vita Nova . E sarà accompagnato da uno spettacolo a sorpresa.

La danza denuncia la violenza contro le donne ed ecco il pluripremiato Viola(ta) AlphaZTL Compagnia d’Arte Dinamica di Vito Alfarano , assieme alla danza acrobatica di EleinaD in  “Humans” per una ricerca più universale dell’essere umani, coreografie di Vito Cassano

“Blow up” si chiude con due anteprime assolute. Karima DueG e Irene Russolillo, coautrici dello spettacolo insieme a Luca Brinchi, presentano alcuni estratti del progetto “If There is no Sun”, reinterpretati sotto forma di duo, accompagnate dal musicista Edoardo Sansonne / Kawabate: “Sun”, a seguire la compagnia ResExtensa porta a Giovinazzo una nuova produzione: “Puzzle”, ispirato agli enigmi e alle sfide proposte da Italo Calvino (5 settembre, ore 21).

 240 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *