Ares, ancora nel mistero assunzioni e procedure “ad personam”…
13 Settembre 2012
E pure le drogherie fecero il loro tempo
14 Settembre 2012

Il galletto torna ad alzare la cresta senza paura

Qui a Bari si parla ancora di calcio-scommesse, prima quel signore di Bellavista si è ripresentato annunciando un putiferio in sede giudiziaria, salvo poi ritrattare il tutto e fare marcia indietro convinto dal suo avvocato Massimo Chiusolo.La questione probabilmente non è finita qui, in quanto la procura potrebbe raccogliere le sue testimonianze per far luce sulla vicenda, che ormai si sta portando avanti da un’anno senza pausa.A questo si aggiunge l’indiscrezione che l’attuale allenatore della Juventus Antonio Conte, coinvolto in prima persona per essere stato la guida del Bari che andò in A, potrebbe ricevere un’altro avviso di garanzia per omessa denuncia legato ai fatti della stagione 2008-2009, l’anno della promozione e addirittura 2006-2007, quando allenava l’Arezzo in serie cadetta.Le indagini dei Carabieniri e della Procura di Bari continuano senza sosta, dagli interrogatori dei venticinque ex giocatori baresi, indagati per frode sportiva, sono emersi elementi che andrebbero a confermare quello detto da Andrea Masiello sulle partite della squadra biancorossa della stagione 2007-2008 e quella successiva. Incontri che i giocatori avrebbero perso volutamente incassando somme molte alte. Gli accertamenti delle forze dell’ordine si stanno concentrando sui conti bancari dei singoli per capire da dove provenissero i soldi e che li avrebbe intascati, in un giro di scommesse da parte dei calciatori che inserimento dalla malavita locale.Sono solo voci, che potrebbero da fastidio, andando a rompere l’equilibrio di una rosa che sembra aver lasciato alle spalle queste brutte vicende e diciamocela tutta anche noi baresi e tifosi del Bari siamo stanchi di sentir parlare di questi spiacevoli fatti extra campo.Non se ne può più, abbiamo una squadra che gioca bene, non dobbiamo farci distrarre dai soliti nomi e sopratutto dobbiamo star vicino ai ragazzi che nel bene e nel male stanno dimostrando in tutti i modi il loro valore.Lunedì il Bari andrà a Varese, stando alle ultime informazioni emerse, al posto di Bellomo squalificato ci sarà Sciaudone, apparso in ottima forma durante il pre-campionato, ed entrato con lo spirito giusto durante la partita con la Ternana, una valida alternativa al ragazzo di Bari vecchia, che sicuramente non ne farà sentire la mancanza. Mister Torrente come alternativa potrebbe scegliere di schierare nella linea intermedia Filkor e Romizi dal primo minuto, ma sono da valutare le condizioni del centrocampista cresciuto nel vivaio della Fiorentina.In difesa tornerà Dos Santos, dopo lo stop di una giornata per un risentimento muscolare agli adduttori, dovrebbe ritrovare il suo posto andando a sostituire Altobello, uscito malconcio domenica.Sul fronte varesino la compagine guidata da mister Castori si è allenata regolarmente. Tutti i giocatori sono disponibili, confermati gli infortuni dell’attaccante Martinetti, il suo recupero è previsto per la prossima settimana, e Struna che ne avrà ancora per altri quindici giorni.Da sottolineare come Varese-Bari non si possa definire uno scontro da alta classifica, infatti lunedì prossimo diciassette settembre saranno tolti altri due o tre punti alla squadra del capoluogo pugliese per le inadempienze Irpef dei trimestri aprile-giugno, ottobre-dicembre duemilaundici e gennaio-marzo duemiladocici.Il tutto sarà ufficializzato dalla Commissione Disciplinare al termine del dibattito in camera della FIGC. La società sta provvedendo per chiudere l’accordo della spalmatura del pagamento raggiunto negli ultimi mesi con l’Agenzia dell’Entrate, il che favorirebbe la questione punti, perché potrebbero infliggere al Bari una penalizzazione minore di quella prevista in questi casi.C’è d’aggiungere che salvo ribaltamenti giudiziari e federali, la società di via Torrebella dovrebbe ricevere un milione e seicentomila euro dall’Atalanta per il risarcimento del cartellino di Andrea Masiello, tale quota permetterebbe di coprire l’ultimo trimestre di stipendi.I punti di penalizzazione devono andare ad aumentare la voglia di riscattarsi, servirà per giocarsela fino all’ultimo minuto con tutti, non lasciando nulla all’avversario, questi ragazzi non hanno nulla da perdere, perché la salvezza con un gioco impostato su ritmi veloci può essere raggiunta senza alcun tipo di problema, il Bari può andarsi a prendere altro, può competere per i posti alti in classifica, perché tutti vogliono la stessa cosa, far tornare questi colori nel calcio che conta.Lo dice anche Torrente, ammettendo che la B è un campionato lungo e difficile dove la continuità è un fattore fondamentale, rimanendo però con i piedi per terra non illudendo nessuno, rispettando gli obiettivi di inizio stagione, poi qualsiasi cosa che arrivi in più oltre ad una salvezza tranquilla ben venga.Bari è una piazza calda che ha bisogno di passione, di emozioni, che non si accontenta di poco, per riportare la squadra nel massimo campionato, è doveroso lottare vicino a questa società lasciando le vicende economiche e quelle relative alla proprietà al di fuori di tutto questo. I tifosi devono continuare a rispondere positivamente come stanno facendo, infatti la quota degli abbonati ha raggiunto i seimila, in tal modo si potrà spazzare via il marcio ridando lustro ed un immagine nuova al Bari.La squadra è partita con il piglio giusto, a testa alta, il Varese è avvertito.

 Davide Annicchiarico

 1,073 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *