Dalla “Cittadella” di Pizzarotti al “Parco della Giustizia” le conseguenze sul Libertà non cambiano
24 Novembre 2020
“Necessario un rinvio al 31 dicembre degli adempimenti fiscali”
24 Novembre 2020

“Il mio mercato non ha subito colpi dalla pandemia”

Il mercato trans non ha subito colpi dalla pandemia, anzi è in controtendenza ed hanno supplito le videochiamate. Insomma, anche qui si lavora, incrementando il giro in smart working. Il Quotidiano ha intervistato la trans più famosa di Italia, Efe Bal.

Efe, che cosa succede con la pandemia?

“Continuo a lavorare come e quanto prima, la gente viene, magari qualcuno spinto dalla curiosità e mi cercando anche donne”.

E il virus?

“Sono stata a letto con oltre 20.000 uomini, che cosa vuole che mi spaventi. Il virus mi ha vista, ha detto quella è tosta, se n’è andato via, scappa. Non mi sono spaventata, anche se qualche cliente ha paura, vero”.

Insomma, il giro è rimasto lo stesso…

“Più o meno sì, senza un grosso decremento. Anzi le dico che sono cresciute le video chiamate, ne faccio tra le cinque e le dieci al giorno”.

Smart working …

“Vero, ma preferisco in presenza”.

Conosce Bari?

“Ci sono stata ed ho avuto problemi con la casa.  Io mi considero e sono una prostituta del sesso e Bari ha una mentalità chiusa. In poche parole, mi hanno mandata via dalla casa. Invece a Lecce sono stata accolta benissimo, città ospitale. Eppure tanti baresi sono venuti a trovarmi ed ancora adesso mi contattano. Vengono da me o mi cercano in video chiamata”.

E’ vero che le chiedono regali ed oggetti?

“Certo. Alcuni mi ordinano sexy toys come vibratori e non escludo di fare una linea, altri vogliono mia roba intima come slip e calze e io li spedisco dietro compenso”.

Come va la sua pendenza col fisco?

“Ho 1.000.000 di debito”.

Bruno Volpe

 

 475 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *