Come una maschera apotropaica? Forse
9 giugno 2018
Anche Legambiente contraria alla nuova ‘superstrada’ di via Amendola
9 giugno 2018

Il Mircea, brigantino ‘a palo’

09Si è diffusa la falsa voce in città che martedì prossimo entrerà nel nostro porto l’Amerigo Vespucci. L’equivoco nasce dal ‘consumo’ frettoloso della notizia per cui  fra tre giorni getterà le ancore da noi “una” nave scuola. Ma la Vespucci non è l’unica nave-scuola in navigazione. A parte il fatto che la Marina Militare Italiana dispone anche di un secondo veliero d’addestramento (il Palinuro), quasi tutte le marine militari di questo mondo usano navi a vela per formare ufficiali e sottufficiali. E’ il caso di USCGC Eagle (USA), Sagres III (portogallo), ARM Cuauhtémoc (Messico), Gorch Fock II (Germania), ARC Gloria (Colombia), Simòn Bolivar (Venezuela), BAE Guayas (Ecuador)… E c’è anche la nave Mircea (nell’immagine) della marina militare romena. Sarà proprio quest’ultimo veliero che, partito da Costanza,  prossimamente getterà le ancore nel porto di Bari dopo un viaggio di 1040 miglia (la nave resterà sino al 15 giugno). Approderà al molo 12, la stessa banchina ‘intossicata’ per tre anni dalla presenza del rottame della Norman Atlantic (la carcassa – che è ancora sotto sequestro probatorio – è stata spostata al molo 30, dove resterà sino alla conclusione del processo penale). Varato il 22 settembre 1938 nei cantieri Blohm & Voss di Amburgo, il Mircea, il cui nome deriva dal principe Mircea I di Valacchia, è in servizio dal 17 maggio 1939. Tecnicamente è un brigantino ‘a palo di legno’ (e con scafo d’acciaio), un tipo di veliero di medie dimensioni che trovò larga diffusione tra il XVI e il XVIII secolo, per il fatto d’essere più maneggevole del brigantino, grazie alla presenza di un altro albero e di un diverso sistema di vele. Il brigantino a palo veniva largamente utilizzato per scopi commerciali e grazie alla sua manovrabilità poteva facilmente essere equipaggiato in modo da scortare convogli commerciali difendendoli dagli attacchi dei pirati. Il Mircea ha una stazza di 1510 tonnellate, è lungo 82,1 m., largo 12, alto 42 ed ha un pescaggio di 5,2. La superficie delle vele è di 1753 mq. Come tutti i velieri da addestramento monta un motore ausiliario ad elica della potenza di 809 kW, il che gli consente di toccare una velocità di 19 nodi. Può imbarcare fino a 210 uomini. Posdomani si presenterà con novantanove cadetti, una parte dei quali della marina militare tedesca. Giovani che possiamo immaginare sottoposti a impegnative prove psicofisiche e di livello crescente al fine di far emergere e sviluppare doti caratteriali essenziali per la vita di mare, come senso di responsabilità, carisma e autocontrollo. Insomma, tutt’altro che una vita da passeggeri, che in passato era piacevole solo con mare calmo, al sicuro da pirati ed equipaggi in odore d’ammutinamento.

Italo Interesse

 

188 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *