Posti pubblici senza concorso: continua la giostra di avvisi e selezioni
20 Novembre 2012
Anacoreti baresi, odore di santità
21 Novembre 2012

Il Modena punto di partenza verso il giro di boa

 

Archiviata la trasferta di Lanciano, la truppa sotto la guida di mister Torrente ha ripreso la preparazione in attesa del prossimo impegno di domenica alle ore 12,30 in casa contro il Modena. La squadra è tornata ad allenarsi nella giornata di lunedì durante il pomeriggio. Tutto il gruppo ha lavorato sul campo dell’antistadio. Si è rivisto Ceppitelli, che aveva saltato l’ultimo turno a causa di un problema alla schiena. Piccolo incidente per il difensore brasiliano Dos Santos, scivolato sul cemento bagnato della pavimentazione al termine della sgambata. Il giocatore è stato accompagnato al Pronto Soccorso del Policninico di Bari dove gli sono stati applicati 10 punti di sutura per un trauma lacero contusivo in sede occipitale. Dos Santos comunque salterà il prossimo impegno a causa della squalifica per somma d’ammonizioni. Ci sarà il giovane classe 1992 Federico Fedato Il suo avvio di stagione è stato ostacolato dalla presenza di attaccanti ben più rodati nel campionato cadetto, ma anche grazie agli infortuni che hanno colpito il reparto avanzato lasciandolo privo di uomini importanti come Iunco, Ghezzal ed Albadoro, Fedato si sta ritagliando il suo spazio. Il giocatore si è detto contento del contributo che sta dando al Bari, si augura che i suoi compagni fermi ai box per problemi fisici possano ritornare a calcare i terreni di gioco al più presto ed essere utili alla causa salvezza. E’ soddisfatto del contributo fornito nelle ultime prestazioni mettendo in pratica ciò che Torrente gli sta chiedendo, ovvero un lavoro di copertura e ripartenza in fase offensiva. Contento per la ritrovata vittoria di sabato, si augura di poter vedere lo stesso carattere anche contro i canarini, il gruppo è carico e voglioso di ritrovare la strada dei risultati. Intanto il Modena guidato dal tecnico Marcolin ha effettuato una giorno di riposo lunedì, riprendendo la preparazione alle 15 di ieri al centro tecnico Zelocchi. Rientra dopo il l’infortunio ai legamenti rimediato ad inizio stagione il centrocampista Stefano Sturaro. Il ragazzo sarà a disposizione dell’allenatore per ricominciare il lavoro atletico e parzialmente anche con il resto della squadra. Da momento che si giocherà alle 12,30, è possibile che il tecnico bresciano alla guida del Modena decida di far provare ai suoi alcuni allenamenti intorno all’ora di pranzo. Nei primi quaranta cinque minuti contro l’Ascoli durante la scorsa giornata, i giallo-blù hanno messo in evidenza un ottimo calcio ed è mancato solamente il guizzo giusto per tornare negli spogliatoi in vantaggio. Nel match del San Nicola Marcolin, visti i segnali positivi emersi, appare probabile che possa ripartire dagli uomini schierati nel primo tempo di sabato con Colombi in porta, Gozzi, Andelkovic, Zoboli e Perna in difesa, centrocampo composto da Della Bona, Moretti e Signori in attacco Pagano, Ardemagni e Lazarevic. L’unico cambio potrebbe riguardare lo sloveno Andelkovic, con Gozzi che andrebbe a ricoprire il ruolo di centrale e Nardini sarebbe inserito nella posizione di terzino destro. In casa barese è ancora prematuro parlare di formazione,  dovrebbe rivedersi tra i titolari Ceppitelli, assieme Borghese, a seguito della squalifica di Dos Santos. L’ex Gubbio è stato protagonista di un’ottima prestazione non facendo rimpiangere il suo compagno di reparto. Non è escluso che per garantire una maggiore copertura ed un minor allungamento tra i reparti, anche a causa delle costanti assenze, Torrente potrebbe far affidamento sulla formazione vincitrice a Lanciano confermando la linea difensiva a 4, con Ristovski al posto di Sabelli. Da valutare in settimana se Filkor tornerà tra gli undici prediligendo un centrocampo più compatto e meno offensivo, con Fedato che potrebbe accomodarsi in panchina. In generale il galletto dovrà far tesoro dei tre punti conquistati contro gli abruzzesi, mettendoci lo stesso impegno e la stessa spinta anche nelle gare successive che chiuderanno il girone d’andata. Infatti calendario alla mano i biancorossi affronteranno sei partite insidiose da domenica fino alla fine del girone di ritorno, contro compagini che per diverse ragioni cercano a tutti costi punti da mettere in cascina per conseguire i diversi obiettivi; su due campi come quello di La Spezia e Cesena dove durante la stagione invernale non è mai facile giocare. Sarà necessario continuare a vedere un Bari propositivo e cinico sotto porta, nell’attesa che i lungo degenti possano tornare a dar il loro contributo. Nei due prossimi turni in casa contro Modena e Sassuolo,Torrente ed i suoi uomini sono chiamati ad un banco di prova molto importante, se giocheranno a viso aperto, mettendo in risalto l’indole di non aspettare l’avversari , aggredendoli dall’inizio potranno creare parecchi grattacapi a due rose organizzate per stare ai vertici, sfruttando l’appoggio del pubblico barese. Da domenica non si può più sbagliare.

 

Davide Annicchiarico

 734 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *