“Acque” sempre più agitate nel Pd pugliese in vista del congresso
20 Gennaio 2023
Pane e quotidiano ‘La fascìdde’ di Felice Giovine
21 Gennaio 2023

Il Palermo beffa nel finale un Bari sciupone e poco incisivo

Dallo stadio “Barbera” di Palermo è andata in scena la seconda giornata della serie B, l’anticipo tra due squadre ultracentenarie, il F:C. Palermo e la Ssc Bari. Prima del fischio di inizio, il presidente biancorosso, ospitato dal Museo del Bari, insieme al presidente Mirri del Palermo (detentore del 20% delle quote della società rosanero) hanno effettuato una visita al Museo del Palermo, con tante maglie storiche ed attuali e significative, e cimeli, un viaggio anche interattivo in alcune zone, tra presente, passato e proiettati al futuro. Tuttavia, in campo nel Bari di Mignani nessuna novità rispetto all’undici che ha battuto il Parma. Il Palermo con il 4-3-3 e l’ex Bari, Tutino, presentato in settimana e con il lutto al braccio per la perdita di un tifoso rosanero. Entrambi le squadre. Biancorossi con la divisa biancoblu mentre il Palermo, con la classica rosanero.

MARCONI BEFFA IL BARI NEL FINALE – Primo pericolo per i biancorossi al quarto minuto che hanno conquistato un calcio d’angolo, in seguito ad una deviazione del portiere rosanero, Pigliacelli, il tiro era stato di Ceter. I padroni di casa tengono molto bene il campo, cercando di colpire il Bari per le vie centrali ed attraverso la fisicità dei propri giocatori. Al decimo minuto il Palermo ci ha provato incuneandosi in area in mezzo ai difensori del Bari, ma il tentativo è terminato alto sopra la traversa. Al ventitreesimo minuto il Bari ci ha provato con Folorunsho ma il suo tiro è stato sbilenco. Qualche minuto dopo ammonito Maita per una trattenuta ad un giocatore del Palermo. Al 33’il Palermo spingendo sull’acceleratore ha trovato due corner di fila. Due minuti dopo Valente da distanza ravvicinata ha schiacciato in porta ma Caprile ha deviato in corner, superandosi. A tre dalla fine grande chance per i pugliesi, con Ceter che stava approfittando di un’incomprensione tra Marconi e Pigliacelli. Ad inizio ripresa Mignani ha inserito Salcedo per Ceter. Un Bari che ha iniziato con un piglio più aggressivo rispetto ai padroni di casa. Al 58’ Cheddira su assist in profondità di Folorunsho stava per realizzare un gran gol ma Pigliacelli in due tempi ha bloccato. Sulla rimessa azione da gol per i padroni di casa con Brunori che non ha sfruttato adeguatamente, Al 63’ doppio cambio in casa Palermo mentre un minuto dopo Mignani ha inserito Pucino e Mallamo rispettivamente per Dorval e Maita, con quest’ultimo che era stato ammonito. Al 73’ debutto per Gennaro Tutino per Valente. Quattro minuti più tardi è entrato Botta per Folorunsho. All’82’ Marconi ruba palla a Pucino ed ha segnato un gran gol esultando come se non ci fosse un domani. Un minuto dopo Mignani ha messo Antenucci per Maiello. A due dalla fine Cheddira è stato espulso per doppia ammonizione.  Finisce dopo cinque minuti con il Bari che esce sconfitto dal “Barbera” senza però il suo tifo organizzato che sarebbe stato un valore aggiunto e con scarsa incisività sotto porta, forse condizionata da un terreno di gioco pensate. Zero punti, ma testa alla prossima gara sabato prossimo contro il Perugia. Tre punti preziosi per il Palermo che si rilanciano in chiave playoff, al nono posto in attesa delle altre che giocheranno. Un Bari che esce sconfitto ma non ridimensionato e dovrà immediatamente rimettersi sulla retta via. (Ph. Tess Lapedota).

TABELLINI & PAGELLE

Palermo (4-3-3): Pigliacelli 7; Mateju 6, Nedelcearu 6, Marconi 8, Sala 6; Segre 6, Damiani 5.5 (64’ s.t. Broh 6), Saric 6; Valente 6 (72’ s.t. Tutino), Brunori 6, Di Mariano 6.5. All. Corini 7

A disp.: Grotta, Massolo, Orihuela, Tutino, Broh, Soleri, Bettella, Lancini

Bari (4-3-1-2): Caprile 6; Dorval 6 (65’ s.t. Pucino 5), Di Cesare 6, Vicari 6, Mazzotta 5.5; Maita 5.5 (65’ s.t. Mallamo 6) , Maiello 6 (82’ s.t. Antenucci s.v.), Benedetti 5.5; Folorunsho 6 (77’ s.t. Botta s.v.); Cheddira 5, Ceter 5.5 (45’ s.t. Salcedo 5.5). All. Mignani 5.5

A disp.: Frattali, Polverino, Antenucci, Botta, Terranova, Zuzek, Ricci, Lops, Bellomo.

Arbitro: Massimi;

Assistenti: Moro e Ceccon

Quarto Ufficiale: Tremolada. VAR: Aureliano; AVAR: Paganessi (Bergamo)

Ammonizioni: Maita, Mazzotta, Cheddira (Bari), Damiani, Saric (Palermo)

Espulsione: Cheddira (Bari)

Note: 15.747 presenti di cui 11.465 abbonati. 1’ nel p..t. e 5’ nel s.t.

Marcatore: 82’ s.t. Marconi (Palermo).:

 

M.I.

 13,667 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *