Enerblade e Comune insieme per la riduzione dei consumi elettrici
14 Marzo 2019
Emiliano si rifà il “look” in riva al Garda e medita “strategie”
14 Marzo 2019

Il terreno dell’ex scuola Duse non ha pace

Tale degrado persiste nonostante questo terreno sia a poche centinaia di metri da altrettante scuole comunali quali l’asilo Costa, la nuova Duse o la E28.

“Il progetto di riqualificazione dell’area prevedeva la realizzazione di un centro sociale destinato alla comunità, ma ad oggi, a distanza di molti anni, tutto tace nell’assoluta incuranza da parte dell’amministrazione comunale che sembra occuparsi solo e soltanto della riqualificazione del lungomare.” – dichiara il Presidente dell’associazione Sos Città – “Il punto è che la vicenda è poco chiara. Gli ultimi aggiornamenti sull’area risalgono al lontano 2015 quando, su nostra stessa denuncia, furono rimossi gli accumuli di amianto lasciati a marcire sul terreno. Qualcosa è stata fatta, ma non si hanno certezze circa l’effettiva bonifica dell’area dal momento in cui ancora oggi sono visibili dei grossi sacchi neri. La preoccupazione che ancora oggi possano esserci accumuli di amianto preoccupa di molto i cittadini residenti.” – prosegue il vicepresidente, Dino Tartarino.

“Il terreno dell’ex Duse infatti ancora oggi si presenta in completo stato di abbandono: erba incolta, rifiuti, sporcizia, recinzione divelta ecc. Persino il cartello dei lavori di riqualificazione è volato via” – denunciano – “Ci chiediamo quindi e chiediamo al Sindaco Antonio Decaro quali siano effettivamente le intenzioni dell’amministrazione comunale e gli interventi programmati in merito e quando effettivamente si potrà metter fine a questa vicenda che va avanti da molti anni e che preoccupa i cittadini sia per quanto riguarda la tutela della loro salute sia la necessaria riqualificazione di quel tratto stradale che si trova in un punto cruciale del quartiere, proprio perché san Girolamo non è soltanto il waterfront” – concludono Cancellaro e Tartarino.

 

450 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *