“Mi aspetto ferocia e grande personalità”
5 Giugno 2021
Record a Bari città: il 50% vaccinato con una dose
5 Giugno 2021

Il Trofeo Costa Ripagnola al via con un testimonial d’eccezione, Sandro Tovalieri

E’ partito oggi alle 10 circa presso lo stadio ‘G.Scirea’ di Bitritto, casa casa dell’ASD Levante Bitritto e del settore giovanile della SSC Bari, la cerimonia d’apertura del “I° Trofeo Costa Ripagnola”, manifestazione sportiva per categorie juniores, dai 13 ai 17 anni, che abbraccia varie discipline sportive. Su tutti, nella kermesse presentata dallo speaker della manifestazione, Enrico Presicci, come testimonial c’era Sandro Tovalieri, perr tutti ricordato come il ‘Cobra’, in biancorosso ha segnato 40 gol, l’ultimo contro il Milan, ma con il suo Bari non ha mai smesso di esserne innamorato e chi ricorderà le sue lacrime nella scorsa finale al ‘Mapei Stadium’. Quest’anno non c’è stato modo neanche di piangere, perché il Bari ha interrotto subito la sua corsa, ma Sandro a tal proposito ha fatto un auguri speciale ai tifosi e ringraziato Roberto Maizza, per averlo invitato come testimonial del Primo Trofeo Costa Ripagnaola: “Ringrazio la persona di Roberto Maizza, per la squisitezza, questa fantastica location

dove lavora  tra l’altro nell’ASD Levante il mio amico Giorgio De Trizio. Ma in particolare rivolgo un grande augurio dal mio più profondo0 del cuore a tutti gli atleti di tutti gli sport, ai loro istruttori e maestri e genitori, lo sport è vita, e va praticato. Adesso non fermiamoci. Stesso augurio in qualche modo faccio ai tifosi del Bari, di tenere duro, perché torneranno dove gli compete”. Presenza di numerose autorità dello sport e della politica, nonché della nazionale di Calcio in sedia a rotelle e il dott. Maizza, delegato allo sport della Città metropolitana di Bari, ha detto “E’ una giornata dedicata allo sportcon varie attività per festeggiare la ripartenza. In primo piano cisaranno i giovani che sono stati tra i più sacrificati durante il periodo di chiusura e limitazioni”. Un trofeo, promosso dal Comitato dipartimento sport di Bari e l’APS. Una sorta di “mini Olimpiadi metropolitane”, come l’ha definita anche lo speaker Enrico Presicci, dove ogni atleta potrà mettersi in gioco per competere ma soprattutto prima di ogni altro significato, divertirsi. Tanti i genitori, sugli spalti, ma anche le atlete calciatrici del Fesca Woman del presidente Mino Zapparelli, le prime in piedi ad applaudire i campioni di ‘Oltre Sport’ ed il capitano Donato Grande. Non poteva mancare il Sindaco della Città metropolitana, Antonio Decaro che ha consegnato attestati di partecipazione e riconoscimento agli atleti presenti. A questa inaugurazione sono stati presenti numerose autorità, tra cui il presidente regionale del Coni Angelo Giliberto, l’assessore allo sport di Bari Pietro Petruzzelli, sempre tra i fautori principali del rilancio dello sport cittadino e non solo, il presidente della Commissione Pari opportunità Silvia Russo Frattasi, il consigliere del Comune di Bari Salvatore Campanelli, il presidente della commissione sport del comune di Bari Giuseppe Cascella e i sindaci dei comuni che hanno aderito (Giovniazzo, Casamasisma e Bitritto e un rappresentante della Città di Monopoli). A caratterizzare questa prima giornata c’è stata un’esibizione della nazionale di Calcio in sedia a rotelle, tra i quali ci Donato Grande, protagonista al 71° Festival di Sanremo al fianco del calciatore milanista Zlatan Ibrahimovic ed ha detto: “Abbiamo dimostrato di fronte all’Italia che lo sport è possibile per tutti, e palleggiare con un campione come Ibra, è qualcosa di fattibile, lo sport per tutti e di tutti”. Infine ha dichiarato ha concluso il dott. Maizza sull’evento, ringraziando: “Questo primo momento, possibile grazie all’ospitalità del Presidente dell’Asd Levante Bitritto, Dario Lombardi, dà il via a questa manifestazione nella quale tante società sportive avrannomodo di farsi conoscere. Il mio auspicio è che i tanti partecipanti non si limitino a fare sport solo in questa occasione. Infatti mi sto impegnando per far allontanare più ragazzi da internet e dai videogiochi, cercando di far comprendere quanto lo sport come fondamentale strumento di inclusione sociale”. Infine, abbiamo realizzato una battuta anche con il presidente dell’ASD Levante Bitritto, Dario Lombardi: “Io invece, oltre che felicissimo di poter ospitare questa manifestazione di socialità prima che di sport, ringrazio il mio supervisore e tecnico, qui presente, Giorgio De Trizio, come calciatori e tecnico tutti lo avete conosciuto, ma dal punto di vista umano e per quello che ha dato ai miei ragazzi e suoi, siamo una cosa sola, mi sento di ringraziarlo pubblicamente. Oggi prima di essere tecnici bisogna saper essere educatori e trasmettere valori e Giorgio è il numero uno”.

 

M.I.

 

 5,190 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *