Attualità

In treno con il cane, dai biglietti ai documenti le regole da seguire

(Adnkronos) – In treno con il cane? Si può fare a patto di rispettare alcune regole. La maggior parte delle compagnie ferroviarie permette ai cani di viaggiare gratuitamente sui treni. Tuttavia, ciascuna ha le proprie regole da seguire quando si tratta di portare il cane sul treno. Prima di partire è necessario visitare il sito web dell'operatore ferroviario e informarsi sulle regole e sui limiti specifici per gli animali da compagnia. Per Trenitalia il trasporto è ammesso in prima e in seconda classe e nei livelli di servizio Executive, Business (incluso il salottino, l’area Meeting e l’area del Silenzio), Premium e Standard. Il cane deve essere però custodito nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori che alle vetture (con il limite massimo di un contenitore per ciascun passeggero). A bordo delle cuccette, vagoni letto e cabine superior, si deve acquistare il compartimento per intero (salvo che per il cane da assistenza). Nel servizio bus FrecciaLink e negli autoservizi sostitutivi si deve tenere il contenitore sulle ginocchia. Nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l’accesso agli animali (fatta eccezione solo per il cane da assistenza). Sempre su Trenitalia si può trasportare un cane di qualsiasi taglia al di fuori del contenitore alle seguenti condizioni: si può portare un solo cane di qualsiasi taglia (tenuto al guinzaglio e munito di museruola), in prima e in seconda classe e nei livelli di servizio Executive, Business e Standard. Sono esclusi il livello di servizio Premium, l’Area Meeting, l’Area del silenzio, i salottini, gli autoservizi sostitutivi, il servizio bus Freccialink e le carrozze ristorante/bar. Per il trasporto del cane si deve acquistare sul sito Trenitalia, su app Trenitalia, presso le biglietterie, le emettitrici self service, le agenzie di viaggio abilitate o chiamando il call center, contestualmente al proprio (di qualsiasi tipologia), un biglietto per il proprio cane, anche se dal 1° giugno al 15 settembre si può ottenere il biglietto gratuitamente. In tutti i casi, per il trasporto del cane bisogna avere sempre avere il certificato d’iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cittadini stranieri, il passaporto in sostituzione di entrambi i documenti). Tale obbligo non è previsto per il cane da assistenza per il quale si deve però avere un certificato di addestramento, in cui il centro cinofilo/l’istituto di riferimento attesti su carta intestata (o con timbro leggibile) che si tratta di un cane da assistenza, che deve essere esibito ad ogni richiesta del personale di bordo (ad esclusione dei cani guida per i passeggeri con disabilità visiva che possono non presentarlo). Anche su Italo i cani possono viaggiare, se non superano i 5 kg di peso devono viaggiare nel trasportino che andrà alloggiato nelle bagagliere e nelle immediate vicinanze del sedile del proprietario. I cani di peso superiore ai 5 kg hanno uno spazio dedicato in ambiente Smart, in ambiente Comfort e in ambiente Prima. Salito a bordo il proprietario riceverà, se disponibile, un kit che contiene un tappetino igienizzante e antiodore dove dovrà accucciarsi il cane. Il cane andrà tenuto sempre al guinzaglio e dovrà indossare la museruola rigida o morbida nelle fasi di salita e discesa dal treno o su richiesta del personale Italo spa. I cani guida per persone ipovedenti possono viaggiare senza limiti di taglia e peso. Per il trasporto dei cani di ogni razza e peso è necessario il certificato di iscrizione all’anagrafe canina. Nel caso di viaggiatori provenienti da Paesi esteri, gli animali dovranno essere muniti dei sistemi di identificazione e del passaporto di cui al Reg. (CE) n. 998/2003, laddove applicabile.  Se il cane è di piccola taglia, fino a 5 chilogrammi di peso, e viaggia con il proprietario nell'apposito trasportino non paga il biglietto. Se il cane è di media e grossa taglia, superiore a 5 chilogrammi di peso, non ci sarà bisogno del trasportino ma è necessario prenotare e acquistare un servizio online compilando l'apposito campo durante la fase di ricerca del biglietto. Il prezzo del biglietto dedicato al cane è variabile e sarà visibile prima del pagamento. Purina, azienda che produce e commercializza alimenti per animali domestici, dolcetti e lettiere per cani e gatti, ricorda però che quando si entra in una stazione ferroviaria o della metropolitana con il proprio cane ci sono una serie di ostacoli che si possono incontrare. Il primo sono i tornelli, che possono essere problematici per i cani, perciò il consiglio è di utilizzare quelli più grandi disponibili e di tenere il cane al guinzaglio corto. In questo modo il vostro amico non si farà prendere dal panico né cercare di passare sotto o sopra il tornello. E' anche importante ricordare di non usare le scale mobili a meno che il cane non sia abbastanza piccolo da poter essere tenuto in braccio. La maggior parte dei cani non ha familiarità con le scale mobili ed è incline a farsi prendere dal panico e a scendere troppo presto. E' anche possibile che la pelliccia rimanga impigliata nella scala in movimento, soprattutto se il cane ha un pelo particolarmente lungo. Nella maggior parte delle stazioni ferroviarie e della metropolitana, accanto alle scale mobili sono disponibili delle scale, che saranno molto più familiari per il cane e di solito rappresentano l'opzione più sicura da scegliere. Quando si viaggia in treno con il proprio cane, una delle parti più stressanti del viaggio per il vostro compagno di viaggio sarà camminare in mezzo alla folla prima di salire in carrozza. Questa situazione può talvolta causare ansia nel cane e farlo agire in modo diverso dal solito. Per questo motivo il consiglio è di evitare il più possibile le ore di punta quando viaggiate in treno con lui. Al di fuori dell'ora di punta, la folla in stazione è di solito meno numerosa e sarà meno stressante per il vostro amico. E' inoltre importante assicurarsi di tenere il cane al guinzaglio durante gli spostamenti nella stazione ferroviaria. L'ultima cosa che volete è che scappi quando è senza guinzaglio. Purina suggerisce se possibile di cercare di camminare lentamente. L’andatura più tranquilla aiuta a mantenere il cane calmo e meno ansioso. Se si corre o ci si affretta con lui accanto si rischia di confonderlo e preoccuparlo. Quando si passeggia con il cane in una stazione ferroviaria, può essere utile portare con sé dei bocconcini che, in caso di necessità, possono essere utilizzati per distrarlo dall'ambiente circostante. Una volta saliti nel vagone del treno ci sono una serie di consigli e regole da seguire per rendere il viaggio più piacevole e confortevole non solo per il vostro cane, ma anche per gli altri passeggeri. E' importante, una volta trovato il posto a sedere, non lasciare che l’animale si sieda o si sdrai sul sedile accanto al proprietario.  Nella maggior parte dei treni è vietato per gli animali occupare i sedili, e se non si rispetta questa regola si può incorrere in una multa o addirittura essere espulsi dal treno insieme al cane. Il posto ideale dove far sedere o sdraiare il compagno di viaggio è lo spazio per le gambe vicino al sedile.  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 7 Giugno 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio