Grosso: “Siamo vivi, ci siamo!”
10 febbraio 2018
“Commendatore, qui c’è qualcosa…”
13 febbraio 2018

Kozak e Sabelli, i valori aggiunti

Bari sempre sotto esame anche dopo aver battuto la capolista Frosinone a pari merito con l’Empoli, deve proseguire la marcia verso i playoff, dando ora più che mai ad un filotto di risultati utili. La vittoria di sabato scorso contro la squadra ciociara ha proiettato nuovamente il Bari al quarto posto assieme al Cittadella. Fabio Grosso ora dovrà cercare di dare finalmente un assetto tattico continuativo confermando possibilmente lo stesso undici di sabato e cambiando il solo Basha squalificato.

Alla fine le scelte spetteranno sempre al tecnico, ma confermando un’ossatura vincente la squadra avrà modo di formarsi un’identità e compattarsi prima anche nelle difficoltà. In un campionato in cui regna molto equilibrio, a parte l’Empoli, tutte le altre avversarie se la possono giocare ad armi pari o quasi, ed anche le ultime della classifica hanno già dimostrato di mettere in difficoltà le squadre di testa. La compagine barese dal canto suo potrà annoverare su un Kozak in più dopo essersi sbloccato contro il Frosinone, ma soprattutto su una linea arretrata con D’Elia e specie Sabelli che sta diventando giornata dopo giornata, straripante. L’altra mossa azzeccata di Grosso è stato avanzare Anderson nel tridente, lasciando a sorpresa Improta in panchina. Contro la Cremonese, già battuta all’andata di misura, venerdì sera sarà per i biancorossi l’ennesimo test di maturità, ma soprattutto sarà utile vedere se realmente sono usciti dalla crisi di identità e confusione mentale; tuttavia, il dato più importante che tutti auspichiamo, addetti ai lavori e tifosi, è se ci sarà lo stesso atteggiamento avuto col Frosinone e la voglia di restare sempre sul pezzo sino al triplice fischio.

M.I.

 

117 Visite totali, 4 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *