Tragedia della Truck Center di Molfetta, condannate tre persone
26 Ottobre 2009
Con la sua “scrittura di luce” cattura emozioni sulla scena
27 Ottobre 2009

La crisi del lavoro: in agitazione gli operatori dei ‘call center’

Anche il portavoce in consiglio regionale di ‘Sinistra e Libertà’,Michele Ventricelli era lì con i lavoratori per ascoltare le loro rivendicazioni, assicurando la vicinanza delle istituzioni. Venticelli in altre parole ha discusso con lavoratori e rappresentanti sindacali, assicurando loro che la Regione in questa situazione sarà pronta a sostenere una forte battaglia, dato che ci sono procedure di finanziamento di alcune aziende presenti sul territorio in favore dell´occupazione, soprattutto giovanile. Mentre i lavoratori baresi manifestavano davanti alla ‘Multimedia’, c’era un incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico di oggi, dove però la parte del ‘covitato di pietra’ la facevano proprio i responsabili dell’azienda madre, assente al tavolo di concertazione romano. Brutto segno. Nei prossimi giorni, ha garantito infine il consigliere Venticelli, ci sarà un incontro con i sindacati presso la Prefettura del capoluogo per accertare se ci sono le condizioni per l´azienda di retribuire i lavoratori che  già da due mesi non percepiscono il salario. ” La Multimedia –ha spiegato ancora il consigliere Ventricelli- così come tante altre aziende simili che oggi sono attive sul nostro territorio, hanno goduto di incentivi finanziari da parte della regione Puglia per avviare le loro attività. Ebbene, oggi queste stesse società devono chiarire dove questi fondi sono andati a finire e perché i lavoratori non sono tutelati sia sugli stipendi, a partire da quelli dei mesi scorsi sia sul loro futuro.” Insomma, ancora oggi bisogna approfondire sotto ogni angolazione la situazione dello stabilimento del gruppo Phonemedia, di Bitritto, di Bari. Ed anche l’ assessore regionale al Lavoro, Michele Losappio sta tenendo le fila della vertenza con sindacati aziendali e rappresentanti della società che controlla i ‘call center’, sperando che i finanziamenti per circa 2 milioni di euro stabilizzazione e formazione del personale, solo a Bari circa 500 dipendenti, non si siano già dissolti.
Francesco De Martino

 1,587 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *