Cultura e Spettacoli

La mongolfiera parla pugliese

Giunto alla sua seconda edizione, il Canyon Balloon Festival prende il via oggi in provincia di Taranto

In Italia sono tre le manifestazioni più importanti riservate alle Mongolfiere: il Ferrara Balloons Festival di Ferrara, il raduno dell’Epifania di Mondovì (CN) e il Festival delle mongolfiere, nelle due sedi di Forlì e Treviso. Adesso se ne è aggiunta un’altra il Canyon Balloon Festival, un evento che parla pugliese. Giunto alla sua seconda edizione, questo festoso raduno di mongolfiere prende il via oggi in provincia di Taranto. Il primo appuntamento (dal 29 al 30) è sul litorale di Marina di Ginosa, il secondo si terrà in una contrada dell’agro di Castellaneta dal 13 al 14 luglio. A seguire, le date di Palagiano (25 agosto), di Palagianello (15 settembre) e infine di Laterza (4, 5 e 6 ottobre). Occasione da non perdere per turisti, residenti, competitori (sono previste anche gare) e cultori dell’appassionante patrimonio paesaggistico della Terra delle Gravine. Tutti i voli, come già stamattina a Marina di Ginosa, avranno inizio verso l’alba. Ciò perché la spinta ascensionale di una mongolfiera dipende principalmente dalla differenza tra la temperatura e quella dell’aria contenuta nel pallone. Decollare a mezzogiorno in giorni come questi sarebbe quasi impossibile. Ma cosa vuol dire ‘viaggiare in pallone’ ? Si chiedono in molti. Sostanzialmente, un’emozione irripetibile, per il semplice fatto che da un punto di vista direzionale il volo della mongolfiera è totalmente passivo, non potendo il pilota fare altro che variare la quota di volo. Per cui quasi mai si tocca terra in quello che è stato il punto di decollo. Tuttavia un attento studio dei venti in quota e delle loro direzioni, consente una certa navigabilità: il pilota può variare la quota fino a giungere all’interno di una corrente la cui direzione sia quella desiderata. Ma solo i piloti più abili riescono a fare ritorno al punto di partenza (avvicinarsi al quale il più possibile diventa motivo di vittoria nelle gare). Nell’augurare il massimo successo all’iniziativa, auspichiamo che gli organizzatori abbiano assunto tutte le precauzioni del caso. La settimana scorsa in Cappadocia, una regione nord orientale della Turchia, una mongolfiera carica di venti turisti ha avuto un brusco calo di pressione attribuito alle forti raffiche di vento atterrando bruscamente. Molta paura fra chi era a bordo, ma nessun ferito. La Cappadocia sembra non avere in simpatia le mongolfiere. A ottobre di due anni fa un’altra mongolfiera, ancora a causa del forte vento fu costretta ad un brusco atterraggio: questa volta due turisti spagnoli morirono e altre tre rimasero seriamente feriti. – Nell’immagine, una mongolfiera la cui forma riproduce quella dell’Abbazia di San Gallo, ripresa in volo tra Widnau e Lustenau durante l’Internationalen Ballontagen Alpenrheintal.

 

Italo Interesse


Pubblicato il 29 Giugno 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio