Il fuoco viene da lontano
29 Giugno 2021
Santo Spirito, traffico ancora più in tilt e proteste dei residenti
29 Giugno 2021

“”La scuola gode di buona salute, anche se la pandemia ha causato problemi ai laboratori”

L’ Accademia Belle Arti di Bari gode buona salute anche se la pandemia ha causato problemi ai laboratori. Questa la sintesi dell’intervista rilasciata al Quotidiano dal prof. Giancarlo Chielli, Direttore dell’Accademia Belle Arti di Bari. Un fiore all’ occhiello sotto la valida direzione di questo architetto milanese.

Professor Chielli, qual è lo stato di salute dell’Accademia a Bari dopo la pandemia e che effetti ha prodotto?

“Un dato più attendibile lo avremo a settembre. Tuttavia, possiamo dirci soddisfatti. Infatti abbiamo registrato un incremento di circa il 20 per cento degli iscritti. Dati positivi. Non saprei a che cosa si deve, probabilmente alla creazione dei nuovi corsi meno tradizionali come cinema e disegno moda. Vedremo”.

Insomma, note liete. E i problemi?

“Ci sono. Noi direttori siamo rimasti col cerino in mano. Mi riferisco ai laboratori. Durante la pandemia sono stati chiusi per evidenti motivi e questo ci ha creato gravi inconvenienti. Se la didattica a distanza è possibile per le attività culturali e direi persino per la pittura, per la scultura diventa complicato e impossibile. Idem per la grafica. In sintesi, la dad è risultata un pregiudizio serio”.

Da voi più donne o uomini iscritti?

“Donne e non so spiegare il motivo”.

E’ importante avere solide basi tecniche?

“Certamente. Occorre studiare ed avere nozioni chiare, altrimenti senza studio rimani un buon artigiano, senza grosse pretese”.

Importante la dote dell’umiltà?

“Certo, nell’ arte non ci si deve mai credere arrivati, specie se non si è fatto nulla di rilevante. Attenzione ed ascolto le doti basilari”.

Cataloghi, utili per le mostre?

“Un buon catalogo è di giovamento, ma senza svenarsi”.

Panorama barese, se dovesse al momento segnalare un’artista giovane che l’ha impressionata?

“Cristina Mangini. Una brava ragazza, bella persona, ottima artista che ha studiato, competente. Dal punto di vista tecnico scommetto su di lei, ho una sua opera. Prima di andare in pensione vorrei coinvolgerla qui in Accademia”.

Bruno Volpe

 863 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *