Corso Italia: riecco le ‘case di cartone’ notte e giorno
2 Agosto 2022
Incidente sul lungomare di Santo Spirito, il Comune non può autoassolversi
2 Agosto 2022

“La situazione è delicata perché non si è votato prima”

“La situazione è delicata perché non si è votato prima”: l’onorevole Francesco Lollobrigida di FdI parla al Quotidiano e spiega l’attuale ingarbugliata situazione.

Onorevole Lollobrigida: potevamo permetterci le votazioni in queste condizioni?

“La situazione attuale è delicata non per le votazioni in sè, ma perché ci siamo ridotti tardi, avremmo dovuto andare al voto molto prima, già nel 2018 . Lo abbiamo visto che il Parlamento venuto fuori nel 2018 non era in grado di dare risposte al Paese. La prova sono stati sia il governo Conte 1 che Conte due e in gran parte quello Draghi. Coerentemente, perché la coerenza non ci manca, Fratelli d’Italia e la sua leader Giorgia Meloni avevano invocato la ripetizione delle urne già nel 2018 e si badi: allora FdI non aveva la forza attuale, in quel momento sarebbe stata una scommessa per noi. Eppure anche allora fummo coerenti nell’ invocare il ritorno alle urne per il bene del Paese”.

Governo Draghi…

“Nessuno disconosce la validità di Draghi e la statura del personaggio. Tuttavia era un esecutivo arcobaleno, frutto di compromessi che necessariamente non poteva andare avanti. La prova la abbiamo avuta dopo la sua caduta con un incredibile tutti contro tutti. Il compromesso in politica sta bene, ma col governo Draghi si sono messe in una stessa barca forze esageratamente contrapposte con i risultati che vediamo. Un esempio? La fuga da FI dei ministri Brunetta, Gelmini e Carfagna appena è venuto giù tutto”.

Con la crisi di Draghi la politica sembra aver ripreso in mano il pallino del gioco rispetto alla finanza che aveva dettato l’agenda…

“La politica deve avere necessariamente un suo ruolo, la sovranità, recita la Costituzione, la esercita nelle forme parlamentari il popolo. I tecnici, in quota limitata stanno bene, ma l’ indirizzo deve necessariamente essere politico. In poche parole, tecnici certamente sì, tuttavia in quota parsimoniosa, con la guida e l’ indirizzo affidati a politici. Da questo punto di vista condivido le posizioni di coloro che intendono ripristinare in pieno la logica del Parlamento. “.

Si parla di valori etici…

“FdI intende rimettere al centro il valore della sacralità della vita umana e per questo si oppone a derive come la cannabis liberalizzata. FdI vuole tutelare la famiglia naturale fondata su uomo e donna e fare in modo di invertire la rotta sulla crisi demografica. L’ immigrazione, se regolare e ben strutturata, non è un male, lo diventa se disordinata e senza regole, con gente che vagabonda per strada e spesso delinque. Ben vengano gli stranieri, tuttavia inquadrati ed evitiamo di pensare ad una sostituzione etnica degli italiani con chi viene da fuori”.

Bruno Volpe

 

 

 295 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *