Cultura e Spettacoli

L’Aiga mette in scena il processo a “Landru”

Sold out per Landru, evento spettacolo svoltosi lo scorso 20 settembre nel teatro AncheCinema in occasione della apertura del Congresso Nazionale Straodinario AIGA. Una compagnia composta per l’occasione, per la quasi totalità,  da numerosi e noti avvocati baresi e dal Governatore Michele Emiliano ha rappresentato in chiave surreale e satirica il processo al celebre serial killer francese monsieur Landru,colpevole della morte di un numero imprecisato di donne  che prima sedusse e poi trucidò barbaramente, distruggendone i corpi con il fuoco.  La piece, sceneggiata e diretta dalla avvocata Ebe Guerra, consigliera dell’Ordine degli Avvocati di Bari con noto e riconosciuto talento artistico,  ha avuto come protagonista Gianni Ciardo nei panni dell’imputato, stralunato e imperscrutabile difensore di se stesso nel corso della messa in scena di un vero e proprio processo  che ne ha decretato la condanna alla pena capitale.

Accanto al Presidente della Corte, efficacemente impersonato dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati Giovanni Stefanì, ed al suo solerte cancelliere interpretato dall’avv. Michele Grossi,  l’avv. Roberto Tartaro ha vestito i panni dell’avvocato difensore, mentre l’avv. Carlo Mariani ha assunto il ruolo dell’avvocato di parte civile calcando con formidabile padronanza il palcoscenico.

A tratti sornione ed a tratti severo ed impetuoso, Michele Emiliano è tornato a vestire, questa volta per finzione scenica, i panni dell’accusa, indirizzando verso monsieur Landru un veemente je accuse spesso smorzato  dalla impossibilità di sostenere senza sorridere  l’espressione stralunata e la maschera tragicomica dell’imputato Gianni Ciardo.

Tra non sense e richiami al Woody Allen pensiero, escussioni di testi ed arringhe, avvocati attori e attori professionisti hanno animato il celebre processo, mostrando bravura e coraggio di mettersi in gioco.

Un applauso anche agli avvocati ed attori che hanno interpretato la parte di testi e giurati del processo, ed in particolare a Katia Di Cagno, Francesca Di Cagno, Alessandro Volpe , Germana Genchi, Maria Rosaria Losacco, Pietro Putignano, , Carmela Martiradonna, Maurizio Lo Conte, Marco Mintrone, Daniele Martinelli, Mariantonietta Ciocia, Stefania Ciocchetti, Clemi Tinto e Massimo Sfregola,  ed al coraggio dimostrato mettendosi in gioco per la buona riuscita della iniziativa.

 

Pietro Ferrarese

 

 


Pubblicato il 25 Settembre 2018

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio