Toponomastica di Palese: ma al Comune sanno di cadere talvolta nel ridicolo?
4 Ottobre 2019
Ranieri: “Contento della prestazione dei tanti giovani della Juniores”
5 Ottobre 2019

L’Alter Usd Palese batte l’Ideale Bari per 2-1 e sogna il passaggio in Coppa Puglia

Calcio polveroso ma non solo, ci sarebbe da scrivere capitoli infiniti o pagine di giornale per raccontare tante belle storie di un calcio non da copertina ma che ti fa innamorare perdutamente di questo sport per la tenacia con la quale si affrontano le squadre di categorie dilettantistiche, dove in ballo non ci sono soldi, ma la gloria cittadina e l’onore. A seguirlo ci si appassiona in un giro di lancette, si assiste tuttavia alla qualità e alle botte che i giocatori si danno sul campo, perché avvertono la partita e danno l’anima pure per la gara di Coppa Puglia. Quella disputata giovedì sera allo stadio ‘Lovero’ di Palese tra i padroni di casa dell’Usd Alter Palese opposti all’Ideale Bari Caclio, è stata una sfida di altri tempi, con una cornice di oltre cento ultras dell’Ideale Bari, i quali hanno cantato sino al novantacinquesimo sotto la pioggia torrenziale, mentre sul campo si sono date battaglia le due formazioni con colpi di scena. L’Alter Palese del presidente Gianni Del Mastro, è stata costruita sui valori della lealtà, rispetto ed integrazione e non violenza. Un’idea di calcio diverso, non a caso il nome davanti ad USD Palese è proprio ‘Alter’, un calcio che affonda le sue radici nel sociale attraverso una squadra pronta a rappresentare chiunque rispetti e si immedesima in tale ideale, senza paura della sconfitta sul campo, perché già sposare tali ideali è una vittoria.

Capolavoro però giunto anche ieri stessa sul campo, perché il Palese che inizia domenica il suo campionato di Seconda Categoria ed affronterà in trasferta la Top players Asd Minervino, sono stati capaci di imporsi per 2 a 1 contro l’Ideale Bari, formazione di prima Categoria che ha già giocato due partite di campionato. La nota più bella dell’Ideale sono stati i propri tifosi che hanno cantato sui gradoni del ‘Lovero’ anche a torso nudo i più impavidi, ma sul campo la difesa ha evidenziato le lacune mostrate anche in campionato, e la difesa ha concesso due gol prima ad Andrea Pappapicco e poi sempre nel primo tempo a Christian Mesecorto. Per il palese di qualità e di sostanza le prestazioni in attacco di Glorioso ed in difesa di Giannella, sontuosa la sua gara nella ripresa quando l’Ideale Bari ha provato a sfondare invano sulle fasce. Nella ripresa l’Ideale ci ha provato con diversi tiri dalla distanza e poca sostanza. Il giovanissimo portiere Rutigliano, un classe 2003, si è opposto in tutti i modi salvo sul calcio di rigore concesso negli ultimi dieci minuti trasformato da un freddo Vitale. Tuttavia, la partita si è chiusa con la vittoria dei palesini che hanno festeggiato negli spogliatoi e ringraziato i tifosi avversari che durante la partita gli hanno fischiati, ma alla fine dei novantacinque minuti disputati gli hanno applauditi sportivamente.

M.I.

 

 

614 Visite totali, 14 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *