Le dimissioni di Di Liso (Idv) stanno provocando una risonanza molto negativa per Emiliano
15 Novembre 2012
Il Duca delle Puglie
16 Novembre 2012

Lasciate fare i fenomeni agli altri, quel che conta ora è reagire

Manca un giorno alla trasferta di Lanciano ed i dubbi per mister Torrente sembrano crescere. L’attacco rimasto orfano anche di Iunco è costretto a darsi una mossa, senza nascondersi dietro alibi fisici o problemi numerici.Chi sarà chiamato in causa deve lottare strenuamente per questa maglia e mai come ora Caputo assieme ai suoi compagni di reparto devono restare concentrati ed dimostrare quella cattiveria sotto porta svanita con il proseguo delle giornate, invertendo una situazione di caduta libera.Di questo ne è convinto uno dei trascinatori della squadra il barese doc Nicola Bellomo, assente per squalifica contro la Reggina. Una pedina fondamentale, la cui mancanza si è fatta sentire nell’andamento complessivo della gara. Ci sarà sicuramente domani pronto a dare il suo contributo alla causa. Il numero dieci biancorosso ha ribadito il pessimo momento che stanno vivendo, in cui le prestazioni mediamente buone non vanno a pari passo con i risultati ed i punti conquistati. Servirà una pronta reazione per riscattare le scialbe apparizioni dell’ultime uscite e per migliorare inevitabilmente la classifica. Il Bari andrà a Lanciano per centrare il successo, nessuno di questi ragazzi ha specificato il numero 10 barese era una fenomeno ad inizio stagione, quando le cose sembravano girare per il meglio, complici anche la migliore forma fisica, ed allo stesso tempo nessuno di loro ora è un brocco e ribadendo come l’obiettivo primario sia la salvezza. Essendo un gruppo giovane ed ancora in rodaggio devono continuare a lavorare, migliorando il modo di gestire le gare, tornando a mostrare il carattere e l’intensità delle prime giornate. Intanto i giocatori sono tornati ad allenarsi all’antistadio nella giornata di mercoledì, lavoro differenziato per chi ha giocato nello scorso posticipo, mentre gli altri hanno sostenuto una partitella contro gli Allievi. A parte Romizi e Ceppitelli, mentre è rientrato mercoledì nel capoluogo reduce dall’impegno con l’Under 20 il laterale Sabelli. Il direttore sportivo Guido Angelozzi ha ribadito la volontà di rimanere con questi uomini almeno fino alla prossima finestra di mercato, escludendo la possibilità di inserire nell’organico degli svincolati per sopperire all’emergenza che sta colpendo l’attuale rosa. Torrente potrebbe convocare per la partita fuori casa del quindicesimo turno, oltre Visconti portato in panchina già contro i calabresi anche il giovane della primavera Partipilo.Volendo ipotizzare una formazione si potrebbe optare per il ritorno della difesa a 3 con Dos Santos, Ceppitelli e Polenta, a centrocampo confermati Romizi, Filkor e Sciaudone, Bellomo potrebbe essere lasciato libero di agire e dare maggiore sostegno alla spinta offensiva giocando a ridosso delle punte o sulla linea d’attacco assieme a Caputo e Galano. Esclusa la presenza dal primo minuto dei giovani Fedato e Grandolfo.La buona notizia sembra essere il recupero di Ghezzal. L’attaccante franco-algerino ha già ripreso ad allenare il muscolo della gamba operata un mese e mezzo fa. Il suo rientro in campo potrebbe far davvero comodo a Torrente, ma ci saranno da valutare le sue reali condizioni dopo il lungo stop e resta da capire se il ragazzo, durante il mese di gennaio, sarà chiamato dal selezionatore dell’Algeria per l’eventuale fase finale della Coppa Africa, il che potrebbe tenerlo lontano da Bari per qualche altra settimana.In casa Lanciano intanto Gautieri recupera l’attaccante francese Fofana completamente ristabilito. Il numero 9 rossonero aveva saltato il match di sabato contro la Juve Stabia a causa di un forfait muscolare.Rientra dalla squalifica anche Rosania, che con molta probabilità affiancherà al centro della difesa Aquilanti al posto di Scrosta. Nel ruolo di terzino destro dovrebbe essere confermato dopo la buona prova di Castellamare Domenico Di Cecco. Centrocampo confermato con Paghera, Vastola e Volpe. In attacco il tecnico opterà per il tridente composto da Turchi, Falcinelli e Fofana, se quest’ultimo non dovesse farcela spazio ad uno tra Pepe e Falcone.Il Bari non può essere diventata una compagine mediocre tutto ad un tratto, è giunto il momento di dare una sterzata positiva. La trasferta di Lanciano è un bivio fondamentale, in cui non è concesso sbagliare e dove sarà determinante ritrovare il carattere per uscire da una crisi pericolosa, mettendo da parte tutte le scusanti del caso. I ragazzi non devono mostrare alcun tipo di remora mentale imponendosi fin da subito sull’avversario. Servirà una squadra cinica e decisa per tornare a far respirare la classifica uscendo dalla zona playout, in cui la squadra si trova per la prima volta dall’inizio stagione.

Davide Annicchiarico

 671 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *