Cefali e spigole fecero festa
8 novembre 2018
La produzione pugliese di olio extra vergine è peggiore delle stime
8 novembre 2018

L’assessore: “Per l’estate consegniamo un presidio sociale”… ma quale estate?

Ad aprile scorso era in pieno corso il cantiere per il recupero del locale all’interno di parco 2 Giugno coi lavori che, secondo l’assessore al Patrimonio nonché vicesindaco Pierluigi Introna, dovevano terminare entro l’estate. Siamo a novembre e sul cancelletto esterno del bar di largo 2 Giugno campeggia in bella vista un bel divieto d’ingresso agli estranei. La struttura, in stato di abbandono da circa otto anni, ma che comunque a vista d’occhio appare ormai completamente recuperata, necessitava d’un intervento ‘corposo’. Un intervento dovuto a degrado e atti vandalici susseguitisi durante il periodo di chiusura al pubblico. I lavori a carico della ditta aggiudicataria dell’avviso pubblico Vincenzo Lattanzi da Modugno, riguardano in ogni modo il rifacimento della pavimentazione interna ed esterna, dei servizi igienici, degli impianti elettrici, idrici e fognari, delle pareti, tramezzature e di tutti gli infissi, ma anche della cupola in cima alla struttura e della recinzione esterna. E la fine di tutti questi lavori era prevista per la vigilia dell’ultima bella stagione. “Attualmente il cantiere è in fase avanzata – sentenziava il vicesindaco con delega al Patrimonio Introna, che ai primi di aprile effettuava un sopralluogo sul cantiere, accompagnato dal direttore della ripartizione Onofrio Padovano – circa metà dei lavori, perlopiù di consolidamento strutturale, è stata terminata. Siamo molto soddisfatti perché si tratta di un servizio particolarmente atteso dai tanti cittadini che frequentano il parco. La riapertura del bar di parco 2 Giugno, oltre a rendere più completo il polmone verde per eccellenza della città attraverso il funzionamento di un punto di ristoro, restituisce decoro a un’area pubblica centrale per i baresi. Peraltro, è perfettamente in linea con il recupero e la valorizzazione delle aree verdi che contraddistinguono questa amministrazione comunale. Non è stato semplice dare il via a questa operazione ed è per questo che l’inaugurazione del bar, in programma per questa stagione estiva, è anche una mia soddisfazione personale perché a seguito di una gestione particolarmente accurata del bando da parte della ripartizione Patrimonio –spiegava ancora Introna – siamo riusciti a trovare un imprenditore pronto a rischiare e ad accettare una sfida molto impegnativa dal punto di vista economico. La durata della concessione del locale bar e dell’area pertinenziale è di sei anni, rinnovabile per altri sei. Attraverso la riqualificazione stiamo recuperando e restituendo alla città un vero e proprio presidio sociale, oltre che un’attività utile a tutti. Nel bando per la gestione del locale, infatti, sono previste delle iniziative in prossimità della struttura che coinvolgano bambini e persone con disabilità e che contribuiranno certamente a mantenere vivo l’intero parco. Quindi, a partire da quest’estate, vedremo meno vandali frequentare questo spazio e molte più mamme e papà con i loro bambini, ragazzi e ragazze e persone anziane”. A quale estate si riferisse l’avvocato-assessore ancora non è chiaro, visto e considerato che in fondo ha ripetuto le stesse, identiche parole profferite del suo predecessore, Vincenzo Brandi. Circa due anni fa…

 

Francesco De Martino

164 Visite totali, 11 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *