Elezioni regionali, una consultazione senza pahtos
16 Maggio 2015
Concorso infermieri: “Preselezioni per personale già in servizio? Si cambi il bando”.
19 Maggio 2015

Lavori in corso per la prossima stagione e qualche certezza in più da cui ripartire

Il Bari di Davide Nicola sabato scorso ha disputato la sua ultima gara casalinga, prima di archiviare definitivamente il campionato venerdì sera in trasferta contro lo Spezia, giunto ai playoff, può reputarsi per lo meno soddisfatto del bottino conseguito nelle partite interne da quando è subentrato a Devis Mangia. Un primo mattone su cui poter costruire il riscatto della prossima stagione, dove ci sarà da riconquistare la fiducia e credibilità dei tifosi, come d’altronde è stato dichiarato dallo stesso allenatore dei pugliesi al termine di Bari-Brescia. Già dall’esordio del tecnico Davide Nicola sulla panchina biancorossa, esattamente quando correva il 22 novembre scorso, immediatamente centrò un risultato pieno con la vittoria sul Trapani. La settimana scorsa, si è conclusa così come era iniziata, vincendo, questa volta ai danni di un Brescia già condannato alla Lega Pro (salvo clamorosi ricorsi accettati) per il risultato di 3-2 e che invece nell’andata punì il Bari all’ultimo minuto. Complessivamente il bottino dei biancorossi, tra le mura amiche è di ventotto punti in quindici gare, più precisamente: 8 vittorie, 4 pareggi e solo 3 sconfitte. Nel solo girone di ritorno la squadra pugliese è uscita sconfitta solo in un’occasione, ovvero nella partita contro il Vicenza persa di misura per 0-1 dopi aver sprecato ghiotte occasioni da rete. Un altro dato confortante, oltre i punti realizzati al ‘San Nicola’ è la difesa che ha eretto un muro grazie alle parate di Errico Guarna, ritornato titolare perché ad inizio stagione perché gli era stato preferito senza appello Donnarumma; il portierone e numero Uno, Guarna, titolare inamovibile nella scorsa stagione, ha subito nella seconda parte di stagione soltanto undici reti con una media strepitosa di 0.7 gol a partita. Per quanto riguarda, invece, il computo dei gol fatti, sono venti pari ad una media di 1.3 gol a partita, senza considerare che avrebbero potuto essere di più, ma è un dato su cui allenatore e dirigenti sono consapevoli che dovranno lavorare per portare punte da doppia cifra. Reti che sono mancate al reparto d’attacco, ma anche da parte dei difensori che sono andati in rete con il solo Sabelli. Tra i giocatori di qualità ci si aspettava di più da Cristian Galano, autore soltanto di quattro gol rispetto alla scorsa stagione dove è andato in doppia cifra, ma dalla sua parte ha l’estroso giocatore il fatto di essere stato utilizzato sempre in posizioni diverse e con meno continuità, ciò nonostante su di lui c’è da diverso tempo l’interesse dell’Empoli di Sarri. Capitolo a parte costituisce Giulio Ebagua, il quale rientrerà allo Spezia Calcio al termine della stagione, su di lui è già stato scritto tutto e i suoi due gol e la mancanza di continuità nel rendimento sono troppo pochi per poter dargli un’altra chance. De Luca, anche lui in doppia cifra, ma considerando che il giovane attaccante dell’Atalanta era alla sua prima stagione da titolare, potrebbe essere un punto di partenza ripartire dal ragazzo anche nel prossimo campionato. A centrocampo, invece, Nicola Bellomo non ha deluso, e quando ha giocato come trequartista come anche nell’ultima partita interna ha fatto trasparire le sua qualità e velenosità nel fornire l’ultimo passaggio, assumersi la responsabilità di calciare corner e le punizioni, ma una sua riconferma sarà difficile in quanto il Chievo ne detiene il cartellino, e riscattarlo potrebbe essere troppo oneroso per il club, a meno che non sia rinnovato il prestito. Sarà fondamentale ripartire da una solidità mentale che è mancata e soprattutto esprimersi con continuità di risultati ed un’identità di gioco. Partendo a fari spenti, con idee vincenti a prescindere da nuovi e vecchi interpreti, il tecnico avrà l’arduo compito di riconquistare la tifoseria barese che nella stagione  che volge al termine non ha mai fatto mancare il proprio supporto, in casa ed in trasferta.

Marco Iusco

 445 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *