L’ associazione “l’ Eretico” spopola sui social
23 Settembre 2020
Emiliano questa volta è stato di parola, Lopalco prossimo assessore alla Sanità
23 Settembre 2020

Le linee Asl/Bari funzionano male…le visite a pagamento strabenissimo

Non passa giorno, oramai, senza che qualcuno non si lamenti dei servizi resi dall’azienda sanitaria locale di Bari, la più grande dell’intera regione Puglia. Che si tratti di code infinite dinanzi alle sue sedi, di visite specialistiche richieste e rimaste nel libro dei sogni, oppure di cure domiciliari mai arrivate, o tentativi di prenotazione a vuoto, la lista si allunga ogni giorno. <<Dopo vani tentativi, durati una settimana intera, per cercare di prenotare, per mezzo telefono, una visita specialistica, mi sono trovato  costretto  a rivolgermi al “privato”. La ragione? Semplice: impossibile poter parlare con un operatore, poichè la linea risulta perennemente occupata>>, lamenta Nicola S. di Casamassima. Il quale lamenta pure, cosa ancor più grave, che non esiste nemmeno un sistema telefonico che preveda la comunicazione del (presumibile) tempo di attesa. <<Nulla di tutto ciò, poiché la  vocina registrata si limita a riferire: “Le linee sono momentaneamente occupate”. Dopodiché, la linea cade. L’utente è costretto a telefonare, ritelefonare, straritelefonare, nella ‘medioevale’ speranza che qualcuno, dall’altra parte, possa rispondere>>. Ecco, chissà cosa risponderanno i vari direttori e dirigenti dell’Asl più grande della Puglia (repetita iuvant…)all’ennesima lamentela di un cittadino che non potrà mai essere tacciato di null’altro, se non essere stato costretto a rivolgersi a un professionista privato pagato profumatamente causa un semplicissimo disservizio telefonico. Un servizio, si badi bene, curato dal servizio sanitario pubblico. Ora Nicola da Casamassima si chiede: mai possibile non riuscire a munirsi di un sistema elettronico che, almeno, consenta all’utente di rimanere in attesa, conoscendone i tempi? Va bene attendere…  ma che la linea venga interrotta, poichè gli operatori sono (perennemente) impegnati in altre conversazioni telefoniche di lavoro, e che l’utente debba ritentare per infinite volte, al povero utente sembra un sistema <<…a dir poco arcaico ed irrispettoso di comunicare>>. Presso altre strutture ospedaliere pubbliche, invece, il sistema di “priorità telefonica acquisita” esiste, eccome! <<E non mi si dica che esiste, anche, la possibilità di prenotare ‘on line’ la desiderata visita specialistica. Tanto, poichè la grande e ‘organizzatissima’ Asl/Bari pone a disposizione dell’utente  anche la linea telefonica. Se funziona bene, altrimenti sopprimetela. Per finire: chi ha scritto al nostro giornale, oltre sicuramente che al ‘servizio reclami’ della Asl di Bari, ha potuto optare per un servizio di diagnostica privata (ovviamente, potendo pagare). E chi non può permetterselo, che farà? Boh….si potrebbe chiedere informazioni alla educatissima e ben curata segreteria della direzione sanitaria Asl/Bari. Magari evitando telefono, messaggini e segreterie telefoniche. Onde evitare sorprese e attese…(fradema)

 2,203 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *