Corsinelli: “I playoff sono un campionato a parte”
2 Giugno 2020
“Bisogna evitare di terrorizzare la gente con questa pandemia”
2 Giugno 2020

Le possibili avversarie del Bari relative ai tre gironi di Lega Pro

In attesa dell’8 giugno, data del Consiglio Federale e ratificazione di quanto approvato dal Governo ed istituzioni sulla ripresa dei campionati, si sta già pensando, come è legittimo che sia sullo scenario dei playoff riguardanti il campionato di Lega Pro. Il Bari avendo conquistato la seconda posizione, dovrebbe partire dai quarti di finali, ‘dovrebbe’, perché essendo playoff su base volontaria, bisognerà vedere quante poi squadre parteciperanno e si iscriveranno alla fase finale del campionato. L’idea è che nonostante ci siano state soltanto al Consiglio dell’Assemblea di C, sedici votanti tra le squadre favorevoli alla disputa dei playoff, che tra le 28 in molte già hanno cambiato opinione e molte altre, un po’ spinte dalla vetrina mediatica, anche per poter valorizzare ulteriormente propri tesserati, dal voler provare la sorte e dall’latra perché sicuramente riceveranno dei fondi ed aiuti, per rispettare il protocollo. Dal girone ‘A’ hanno già garantito la possibile presenza, la Carrarese seconda in classifica con la coppia gol veterana, composta da Maccarone-Tavano, il Novara, quest’ultimo ottavo, ma già bestia nera qualche stagione fa del Bari di Gianluca Paparesta in serie B, oltre alla finalista della Coppa Italia di categoria, la Juventus Under 23 mentre il Renate, terzo ed il Pontedera quarto, è ancora da decifrare se accetteranno. Dal girone B, le avversarie più temibili sono a partire dalla Reggiana che come ai biancorossi, si è battuta affinché si disputasse la fase finale del campionato, in tutti i modi. Nello stesso girone c’è il Carpi del presidente Bonacina, il quale stava già festeggiando per il criterio del merito sportivo che l’avrebbe premiata, ed adesso si è detto pronto a vincere i playoff sul campo; sempre da quella bagarre c’è la squadra veneta del Padova dell’ex ds del Bari, Sean Sogliano oltre alle temibili, Triestina e Modena e molto probabilmente anche la Sambenedettese, mentre qualche dubbio sulla partecipazione vi è da parte del Feralpi Salò, del Piacenza e del Sud Tirol, anche se alla fine potrebbero dare adesione. Nel girone C del Bari, diverse sono le squadre in grado che potrebbero creare problemi alla compagine biancorossa, dalla mina vagante del Monopoli che ha battuto anche la capolista Reggina e messo in difficoltà i baresi alla sfida al ‘Veneziani’, senza sottovalutare la Ternana del patron Bandecchi ma anche il Potenza, quest’ultimo ai playoff anche lo scorso anno, poi c’è il Teramo formazione che ha fermato il Bari sul pareggio all’andata ma che potrebbe rinunciarvi. Sicuramente, invece, parteciperà il Catanzaro di Auteri che prima della sospensione ha fermato i Galletti sul pareggio, e qualche possibilità la nutre anche la Virtus Francavilla del presidente, Magri. Possibilità ridotte al lumicino per la Pistoiese, in caso di vittoria della Coppa Italia di C da parte della Juventus U23, stessa speranza nel girone C la nutre la Vibonese che però nel caso di vittoria della Coppa da parte degli umbri della Ternana, avrebbe la possibilità di disputa dei playoff su ‘base volontaria’. Foto di Tess Lapedota.

M.I.

 

 

 438 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *