Terranova la diga, Simeri il match winner e Mignani il mago delle scelte
14 Settembre 2021
“Rinascere dalla pandemia. Una Chiesa in Cammino”
14 Settembre 2021

L’evento della Art Fashion Dream dedicato ad Arte e Moda

“In tempi duri, la moda è sempre oltraggiosa.” Professava Elsa Schiaparelli, testimone di un periodo storico sicuramente travagliato. Ma in un periodo di ripresa come quello che oggi stiamo attraversando, riusciamo davvero a percepire questi eccessi? Assistendo a Summer Fashion Show, si direbbe proprio di no. Un evento ben curato all’insegna dell’arte e dell’eleganza in senso classico, in ogni sua declinazione e sfaccettatura quello che si è svolta presso la sala ricevimenti dell’Hotel Jolly di Modugno, in cui abbiamo respirato aria di Puglia antica, ma anche di internazionalità. Presentato dall’attrice Anna Rita Del Piano e organizzato dalla ormai consolidata associazione Art Fashion Dream, fortemente voluta da Max Arcano, il Presidente, e creata da un gruppo di professionisti nel settore: “ Il proposito di questa associazione è promuovere l’arte in ogni suo aspetto e forma, l’eccellenza unica del nostro territorio, facendo conoscere nel panorama nazionale nuovi artisti emergenti di talento e creando sinergie costruttive con un team di esperti professionisti, i fondatori del gruppo. Il nostro segreto è il lavoro di squadra, la coordinazione, lo scambio reciproco di idee, il rispetto e la cooperazione.” Dichiara con orgoglio Enzo Angelini, figura di spicco nel mondo dell’alta moda, fotografo coordinatore della Art Fashion Dream. Così dinanzi ad un pubblico numeroso e attento, le modelle hanno sfilato con meravigliosi abiti di giovani stilisti emergenti come anche di stilisti già affermati. Tra i giovanissimi menzioniamo la pugliese Arianna Laterza:” La caratteristica dei miei abiti è il gusto per il vedo non vedo, le velature e ricami, per rendere onore alla nostra tradizione artigianale unica al mondo che valorizza la donna senza trascurare elementi di modernità. Per questa collezione mi sono ispirata all’aurora boreale con le sue tinte sfumate, ma nello stesso tempo spettacolari, all’ eleganza dell’abito lungo.”

Insieme a momenti di musica e spettacolo la serata è stata impreziosita dalla performance delle ‘ Sisters Queens’, gruppo musicale capitanato da Amelia Milella, nota cantante soul, con i migliori pezzi della black music anni’70. Hanno sfilato anche le creazioni dello stilista Michele Gaudiomonte soprannominato l’architetto della moda, noto per aver vestito dive del calibro di Claudia Cardinale, presidente della Fashion week in Vietnam.

Quali colori e tessuti utilizza per le sue creazioni?

Adopero colori naturali per dipingere i tessuti, anch’essi naturali: sete italiane, cotone italiano etc. Mi piace che non vi sia nulla di sintetico e che tutto sia compatibile con la natura. Amo l’idea di questa freschezza piacevole anche da indossare. Questa sera ho presentato un’antologia di tutte le mie collezioni. Vi troviamo per esempio un abito trasparente con dipinta sopra una cattedrale pugliese.Spesso lavoriamo su capi ad personam, su ordinazione, modellati sulle nostre clienti alla perfezione, in modo che loro la possano sentire come una seconda pelle.”

Noto una poliedrica varietà di stili. Le piace sperimentare?

“Certamente, si passa dal decoro ben definito all’astrattismo sono molto versatile e mi piace sperimentare, posso essere ispirato tanto da Pollock quanto da Picasso, de Chirico o Caravaggio, non ho un modello predefinito, tutti gli elementi della storia dell’arte concorrono a definire uno stile originale che poi diventa il proprio, pertanto sono interessanti. Questa sera ho voluto fare un omaggio particolare alle donne afgane con un abito realizzato per l’occasione: una specie di burqa che indosserà una modella con su scritto “ libertà per le donne afghane”, ma che in realtà è un messaggio rivolto a tutte le donne del mondo e al loro senso di indipendenza che troppo spesso viene offeso e violato. Una modella successivamente poi ha indossato lo splendido abito da sera che vede, fatto di petali di rose, a testimoniare la libertà finalmente conquistata. Libertà prima di tutto intellettuale e di coscienza del proprio valore.”

Ha lavorato con moltissime attrici di fama internazionale che ha saputo vestire con notevole gusto, quindi le chiedo cos’è per lei la femminilità?

Femminilità per me è avere coscienza di se stesse e saper essere autoironiche.”

E la donna di oggi secondo lei possiede queste caratteristiche?

“Credo che nel mondo di oggi purtroppo ci sia troppa sovrapposizione di ruoli che ha generato una competizione non necessaria.”

Le piace oltrepassare le linee di confine?

“Sì, molto, perché i confini non sono altro che dei limiti che l’uomo si pone nel tentativo illusorio di dominare una realtà difficile da gestire altrimenti, mettere in discussione è molto più creativo e stimolante, ti permette di sondare le varie meravigliose sfumature della vita e farne Arte. Bisogna andare oltre questo stereotipo, ogni persona va rispettata e valorizzata in quanto speciale.”

Non sono mancati i contributi di altri artisti di notevole talento come il giovanissimo Gino Lopez autore di una linea di costumi da bagno ispirata al Giappone, i gioielli scultura di Vito Gurrado, il make up artistico di Patrizia Amatulli e Marianna Romito che hanno curato un look ultramoderno ispirato alle ultime tendenze e l’hair stylism di Antonella Cannone.

Rossella Cea

 293 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *