Sull’Arif Emiliano accontenta l’assessore all’Agricoltura Di Gioia
11 Aprile 2019
Teatro Duse: con la schiena dritta
12 Aprile 2019

L’ex Piero Doronzo: “Il Bari è attrezzato per risalire immediatamente, se sarà giustamente pungolato

“A Bari ho vissuto anni fantastici, impossibile dimenticarli, tanti gli allenatori conosciuti, dalla famiglia Matarrese alla piazza che ti da un affetto incredibile, ai giocatori e tanti campioni che sono passati ed hanno giocato al San Nicola” le prime parole di Piero Doronzo, segretario generale dello Spezia Calcio, formazione che milita in serie B, al nono posto, ad un punto dal Perugia ma con un passato da integerrimo dirigente nel capoluogo barese dal 1996 al 2015. Anni intensi, costellati da successi e periodi anche meno belli, ma la maggior parte segnati da una grande mentore ed allenatore che ha scritto pagine di storie dell’As Bari, mister Eugenio Fascetti: “Il tecnico a cui mi sono legato di più, tanti, ma su tutti in primis cito Eugenio Fascetti, memorabili le sue imprese con le milanesi e come reggeva il gruppo. Il suo Bari era una mina vagante, non bestemmio se affermo che avrebbe meritato di giocare in Europa con quei campioni che sono passati. I giocatori per mister Fascetti si buttavano nel fuoco. Benissimo anche Antonio Conte, ha portato una ventata di entusiasmo e riempito il San Nicola come non si vedeva da anni, ma merito anche a mister Gianpiero Ventura per la sua prima stagione. Una parola però la devo spendere anche per Guido Carboni che più di tutti gli allenatori che ho visto, ha dovuto condurre il Bari in uno dei periodi più difficili con il materiale a disposizione i assicuro che ha tratto il massimo e stava sempre col sorriso stampato e di buon umore”. Le parole del dirigente in occasione della trasmissione “Barimania” condotta da Beppe Magrone ed ideata da Tonio Lucatorto.

A margine del talk show sportivo è intervenuto anche il numero Uno del Portici, società centenaria, che ha militato per diversi campionati in Lega Pro, Lorenzo Ragosta ha dichiarato: “Premetto che siamo onorati di avere Bari nel nostro girone non solo per il lustro che sta dando, ma perché giocando in diretta Dazn consente a tutti giocatori una vetrina grandiosa, e non nascondo che molti miei amici aspettano questa partita da tanto tempo. Detto ciò noi sia in casa che in trasferta, abbiamo realizzato più o meno gli stessi punti, 44 complessivi, con gli stessi gol fatti e subiti, non ci snaturiamo e con la nostra linea verde, siamo in piena corsa per i playoff, nostro obiettivo. A Gennaio non potevo non cedere il nostro bomber Sorrentino che comunque ringrazio per l’apporto dato, ma per lui era un’offerta molto ricca ed importante per il proseguo della sua carriera a trent’anni. Il mio obiettivo è quello di valorizzare questi ragazzi, consentirgli di fare calcio e raggiungere i playoff per giocarcela, sempre in modo sfrontato. Del Bari sono tutti fortissimi e i De Laurentiis sapranno come muoversi anche nella prossima stagione, ma ora testa a domenica per continuare a dare il massimo”.

Marco Iusco

542 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *