Altro che parco o parcheggio, nell’ex Rossani ci vivono rom e senzatetto
18 Ottobre 2012
Crimini e strategie coniugali
19 Ottobre 2012

Lo scandalo calcio scommesse non smette di placarsi attorno al Bari

In questi giorni si stanno rincorrendo diverse notizie relative a più fronti attorno al mondo Bari.Il calcio giocato ci offre una partita di cartello nel posticipo di lunedì contro il Brescia. Entrambe le compagini vogliono la vittoria, per uscire da un momento di stallo e per riaggrapparsi alle prime della classe.E’ intervenuto il mister delle rondinelle Alessandro Calori, il quale ha dichiarato come i suoi debbano migliorare l’andamento fuori casa, evitando gli errori commessi nell’ultima giornata a Novara. Quest’anno hanno un modo più propositivo di giocare, allungandosi maggiormente e rischiando qualcosa di più. Andando a ripercorrere le ultime due sconfitte contro i piemontesi e nella gara di La Spezia, Calori non si vuole nascondere dietro all’aggravante del campo sintetico, che potrebbe aver inciso in entrambi i casi, non cercando nessun tipo di giustificazione a seguito della prestazione opaca dei propri giocatori, in quanto nel complesso sono stati meno aggressivi ed hanno concesso di più rispetto gli avversari.Sul modulo utilizzato, il mister non si è sbilanciato molto, l’inserimento del trequartista Vitor Saba al posto dello squalificato Mitrovic, rischierebbe di rendere troppo offensivo lo schema tattico. I centrocampisti bresciani sono più votati alla fase d’attacco che a quella di interdizione. Ritornando sulle parole dette dal presidente lombardo Corioni, ovvero se non viene compiuto il giusto salto di qualità a breve sarebbe meglio puntare sui giovani, l’allenatore è sembrato abbastanza cauto evitando questo tipo di ragionamento, sapendo che possono crescere dando parecchie soddisfazioni a tutto l’ambiente senza pressioni.Durante gli allenamenti di mercoledì nelle fila dei bresciani è rientrato Lasik dall’impegno con l’under 21 slovacca. Assenti Cragno, Daprelà e Rossi, mentre Felipe ha proseguito il differenziato. La squadra si allenata ieri al Centro Sportivo San Filippo in mattina e di pomeriggio.Tra i baresi ha parlato Sciaudone; l’ex Taranto si è detto felice del suo apporto alla squadra ed è convinto che lunedì se imporranno dall’inizio il loro ritmo di gioco potranno mettere in difficoltà il Brescia, annullando ogni tipo di calo di concertazione e lottando per i tre punti.Intanto fuori dal mondo del calcio giocato, si continua ad infiammare il discorso dello scandalo scommesse. Prosegue il lavoro della procura di Bari relativa al nuovo filone, in cui sta facendo chiarezza sulle combine di Bari-Treviso del 2008 e Salernitana-Bari del maggio 2009, in cui rischierebbero ben 20 giocatori. Tra questi avrebbe deciso di passare dall’altra parte della barricata l’ex difensore biancorosso Esposito, diventando un nuovo pentito. Secondo la magistratura proprio Esposito assieme a Stellini incontrarono due giocatori dei campani Ganci e Fusco per accordarsi sull’esito del match. Fusco si è avvalso della facoltà di non rispondere, saranno ascoltati Rivas, Rajcic e Bianco.Ma la cosa che sta facendo preoccupare i tifosi è il ruolo diretto dell’ex team manager Tarantino nella combine con la Salernitana. Tarantino è stato inserito nel registro indagati con l’accusa di frode sportiva, alcuni giocatori avrebbero raccontato del suo ruolo diretto nella combine di quella gara. Il team manager ex braccio destro di Perinetti, era molto legato personalmente con Andrea Masiello e nei prossimi giorni verrà ascoltato dal procuratore Laudati. Da chiarire se avesse partecipato direttamente o indirettamente alla combine, scommettendo solamente contro la propria ex squadra. L’ex dirigente avrebbe risposto all’interrogatorio fatto dalle forze dell’ordine, le quali stanno lavorando per concludere al meglio questa vicenda. Cosa rischierebbe il Bari? Se tutto ciò dovesse essere verificato, lo spettro della Lega Pro potrebbe essere lontano, perché il team manager non è un dirigente con potere rappresentativo e di firma, (come lo sono presidente, amministratore unico o direttore generale) quindi il ripetersi di un caso Lecce sarebbe scongiurato. Certo al momento è presto per parlare di esiti giudiziari e sportivi, sicuramente se gli accordi delle due partite sospette venissero accertate al Bari sarebbero tolti altri punti in classifica.Voltando pagina a questa triste realtà si torna a guardare il lato economico della società. Infatti anche se nei giorni scorsi sono stati saldati i pagamenti per il bimestre di luglio ed agosto 2012, il problema potrebbe ripresentarsi il 16 dicembre, termine ultimo per versare le mensilità di settembre ed ottobre assieme ad i contributi dell’erario ed un’eventuale altra rata da pagare al Comune nell’ottica dell’utilizzo degli impianti sportivi. La famiglia Matarrese come sappiamo è intervenuta di tasca propria per coprire le passività attuali, ma non è escluso che durante il mercato invernale qualche pezzo pregiato potrebbe andar via per sopperire alla situazione debitatoria. Non sarebbe certo una bella notizia, alle tante negative che girano ormai da giorni attorno ai biancorossi.

Davide Annicchiarico

 875 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *