Giovinazzi, chance con il Team Haas
25 Agosto 2022
La Giusta Causa: “Vogliamo Costa Ripagnola Patrimonio Unesco”
25 Agosto 2022

Lo stadio San Nicola settimo per spettatori nel calcio italiano

Una serata all’insegna della gioia e del buon umore resa possibile anche dai numerosissimi tifosi

«Uno spettacolo della Serie BKT e del calcio italiano. Una serata all’insegna della gioia e del buon umore resa possibile anche dai numerosissimi tifosi che incitano i loro beniamini dagli spalti. La Serie BKT è anche questo». Nelle parole del presidente della Lega B Mauro Balata è ancora viva l’emozione per una serata densa di emozioni e passione, energia che va ben oltre i 90 e passa minuti di gioco; un’atmosfera elettrizzante che ha contrassegnato il ritorno dei biancorossi tra i Cadetti, 1554 giorni dopo l’ultima gara casalinga di B, quel Bari-Carpi stagione ’17-’18. A fare da cornice all’importante momento, un San Nicola rimesso a nuovo: nuovo manto erboso, gli oltre 50.000 nuovi seggiolini biancorossi, i led wall di nuova generazione, i 268 innovativi corpi illuminanti, capaci di spettacolari giochi di luce e poi, pietra angolare di una serata che rimarrà impressa nella memoria, lo straordinario pubblico barese; 35.377 spettatori presenti, 7° nella speciale classifica del calcio italiano. Da inizio stagione solo San Siro (Inter-Spezia 71.212 e Milan-Udinese 70.197), l’Olimpico (Roma-Cremonese 60.859 e Lazio-Bologna 44.664), l’Allianz Stadium (Juventus-Sassuolo 38.725) e il Diego Armando Maradona (Napoli-Monza 36.559) hanno segnato numeri più alti. La speciale Top 10 provvisoria vede all’8° posto il Franchi (Fiorentina-Cremonese 34.461), dunque Marassi (Sampdoria-Juventus 27.573) e l’Arechi (Salernitana-Roma 26.006). Il San Nicola svetta ancora una volta tra le grandi piazze del calcio italiano confermandosi, qualora ce ne fosse bisogno, straordinario per pubblico, calore e passione.  Ecco la classifica di presenze dopo le prime due giornate dei campionati italiani:1° 71.212 Inter-Spezia (2a g. Serie A) 2° Milan-Udinese 70.197 (1a g. Serie A)
3° Roma-Cremonese 60.859 (2a g. Serie A) 4° Lazio-Bologna 44.664 (1a g. Serie A)
5° Juventus-Sassuolo 38.725 (1a g. Serie A)  6° Napoli-Monza 36.559 (2a g. Serie A)
7° BARI-Palermo 35.377 (2a g. Serie B)8° Fiorentina-Cremonese 34.461 (1a g. Serie A)9° Sampdoria-Juventus 27.573 (2a g. Serie A)10° Salernitana-Roma 26.006 (1a g. Serie A)11° Lecce-Inter 25.353 (1a g. Serie A) 12° Palermo-Perugia 21.835 (1a g. Serie B)
Insomma un Bari secondo a nessuno in serie B per media spettatori, ed addirittura soltanto mille persone in meno rispetto alla piazza napoletana che ha avuto fior di giocatori ed in questi giorni allo stadio “Maradona” sarà soldout per l’amichevole contro la Juve Stabia per presentare Simeone e Raspadori gli ultimi acquisti. Ma a Bari, se si presentasse il grande colpo, un centravanti che potrebbe far sognare la piazza che accadrebbe? Ad oggi i numeri parlano chiaro, ma anche il Bari che scende in campo e sta lottando per fare bella figura e recitare il ruolo di ‘rompiscatole’ sembra giocarsela con tutte, Parma e Palermo ne sanno qualcosa, ma adesso domenica la attende un’altra grande battaglia, allo stadio “curi” contro iL Perugia di Castori, fermo ad un punto ma con tanta voglia di incendiare il match di cartello contro i Galletti. In passato, in serie A si è assistito a partite davvero infuocate specie nel finale, tutti ricorderanno quel famoso scontro acceso Gaucci vs  Vincenzo Matarrese, entrambi grandissimi presidenti per le rispettive compagini ma scomparsi. E’ ora però di voltare pagina ed in casa Bari, Cangiano lo ha dimostrato con le sue parole e a fatti, di raccogliere la prima vittoria stagionale. Sul fronte mercato il diesse Polito che nei prossimi giorni potrebbe essere ufficializzato il suo rinnovo, sta stringendo i tempi per l’ultima operazione quella più attesa del centravanti, da GytKjaer del Monza ad altri nomi che stanno sullo suo taccuino. Non sono esclusi anche altri colpi, a fronte di uscite di esuberi e di qualcuno che già da domenica, potrebbe non essere convocato, come Gigliotti, la quale casella è stata presa da Zan Zuzek che verosimilmente domenica sarà arruolabile, ma difficilmente dal primo minuto. In uscita, restano anche Celiento, richiestissimo in C, De Risio, più vicino al Monopoli che alla Turris, e Paponi con il quale c’è ancora un discorso aperto con il Cerignola ed alla fine l’attaccante potrebbe cedere alle lusinghe del club foggiano. Inoltre, due giorni fa è venuto a mancare il piccolo Ivan di Fasano, tifoso biancorosso con la sua famiglia, e già in passato il Museo del Bari e la SSC Bari, si era mobilitati per una raccolta fondi, questa volta è ripartita una raccolta solidale mettendo in vendita con la partnership della SSC Bari, la maglia del capitano Valerio Di Cesare, edizione limitata e per seguire le offerte sulla maglia messa all’asta basta andare sulla pagina facebook de, Il Museo del Bari.  (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 275 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *