L’odore intimo del Giappone
22 Novembre 2012
Quando la periferia è protagonista: San Paolo Interview Project
22 Novembre 2012

Lo strano caso del nuovo lungomare a San Girolamo

“Tutto tace, a parte gli interminabili lavori per le condotte fognarie e i tombini che con le piogge dei questi giorni continuano a saltare, regalando un autunno devastante per l’olfatto ai poveri residenti. A San Girolamo dopo i quattro o cinque annunci di imminente avvio dei lavori per il nuovo lungomare, regnano al momento l’attesa e la puzza. Tutti con il fiato sospeso aspettando una ruspa, un camion, un’escavatrice, un muletto. E invece no, anche l’ineffabile assessore ai lavori pubblici del Comune di Bari, Lacarra, ha pensato bene di rinunciare al sesto o settimo avviso di “apertura cantiere”. Nonostante le elezioni ormai siano nell’aria e si sia quindi aperta la gara all’illustrazione gratuita di “quel che faremo” nei mesi a venire”. Pesanti le considerazioni del consigliere regionale pidiellino Massimo Cassano, per il quale il progetto per il nuovo lungomare di San Girolamo “…è ormai il simbolo dell’ennesimo fallimento di Emiliano & C.”. In realtà, al momento, quel cantiere resta un improbabile “esercizio di architettura”, probabilmente anche riuscito male, rimarca ancora Cassano, senza alcuna reale possibilità di trasformarsi in realtà. Eppure sono trascorsi poco meno di dieci mesi da quando il consiglio comunale barese diede semaforo verde al nuovo “waterfront” del lungomare nord. L’autunno 2011 il Consiglio Comunale barese, infatti, aveva approvato l’ ultimo passaggio per la realizzazione della grande opera di riqualificazione di San Girolamo con la variante definitiva del Piano regolatore che consentirà di appaltare il progetto definitivo da 18 milioni di euro di riqualificazione del fronte mare in zona Fiera. “Se tutto va bene potremo cominciare i lavori entro il 2012 e fra due o tre anni avremo finalmente l’ opera completata”, gonfiava il petto il sindaco Michele Emiliano sulla sua solita bacheca. Invece niente è andato bene e a questo punto Cassano s’è deciso a chiedere di incontrare gli assessori regionali all’Ambiente, Lorenzo Nicastro, e all’Urbanistica, Angela Barbanente, offrendo loro la massima collaborazione di tutto il gruppo del Pdl, affinché si possano trovare in tempi accettabili soluzioni allo scopo di salvare i residenti di San Girolamo dai guasti dell’attuale amministrazione comunale.

 

 Francesco De Martino

 588 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *